20 A…nni fa – 25/10/98, Fiorentina-Salernitana 4-0

news

Domenica 25 ottobre 1998, 6/a giornata di Serie A 1998/1999. All'”Artemio Franchi” di Firenze va di scena un autentico testacoda. La Fiorentina, capolista del campionato con 12 punti, ospita la Salernitana, fanalino di coda col Venezia con solo 1 punto. Sulla carta, non dovrebbe esserci storia. Il tecnico dei granata Delio Rossi, comunque, vuole giocarsela a viso aperto. Solito 4-3-3 per il tecnico romagnolo, con due novità di formazione rispetto alla trasferta di Parma: Giampaolo al posto di Marco Rossi come attaccante esterno e soprattutto il neoacquisto Gennaro Gattuso a centrocampo. Per il ventenne calabrese prelevato dai Rangers Glasgow, si tratta dell’esordio assoluto con la maglia della Salernitana. L’altro volto nuovo Raffaele Ametrano è in panchina, mentre Giovanni Tedesco ha salutato tutti ed è passato al Perugia.

La gara parte subito in salita per i granata. All’11’ Edmundo se ne va in contropiede e Monaco lo stende da ultimo uomo. Espulsione inevitabile e Salernitana in 10, con Fusco che entra al posto di Giampaolo. La Salernitana non sbarella, reggendo bene all’impatto viola. Anzi, nel finale di primo tempo Vannucchi impensierisce seriamente Toldo da calcio di punizione. Un minuto dopo, Oliveira si divora clamorosamente il vantaggio per la Fiorentina. Si va a riposo sullo 0-0, ma al 50′ la formazione di Trapattoni va in gol. Cross dalla trequarti, sponda di Heinrich e Edmundo realizza l’1-0. La Salernitana, in inferiorità numerica, non riesce a reagire e al 68′ Gabriel Batistuta, ben imbeccato dallo stesso “Animal” fa il 2-0. La partita a questo punto finisce qui. I viola fanno accademia, i granata reclamano solo per un intervento dubbio di Toldo su Gattuso in area sul quale l’arbitro Trentalange sorvola. Nel finale di gara, Edmundo e Batistuta, approfittando delle praterie lasciate dalla Salernitana, mettono a segno rispettivamente il 3 e il 4-0. I granata subiscono un passivo anche fin troppo punitivo. La compagine di Rossi resta a 1 punto in classifica e il calendario purtroppo continua a non sorridere dato che domenica prossima, 1 novembre 1998, all'”Arechi” arriva un’altra grande del campionato: la Lazio.

 

Tagged