Salernitana

Quinta sconfitta consecutiva per la Salernitana e, in attesa delle vicende inerenti la giustizia sportiva, va ai play-out contro il Venezia. Pronti via e la Salernitana ha una grandissima occasione per passare in vantaggio: Casasola sfonda a destra e crossa al centro, la palla sfila e Jallow svirgola incredibilmente a porta spalancata a pochi passi da Fiorillo. Il Pescara risponde al 50′: Sottil va via a Casasola e crossa rasoterra al centro, con la difesa granata che riesce a spazzare via. Due minuti dopo l’esterno sinistro abruzzese sfiora la traversa con una bella conclusione su sponda di Mancuso. Sul corner successivo Micai evita col brivido l’angolo e il tap-in di Mancuso su una conclusione deviata di Brugman. Il primo cambio arriva all’ora di gioco: fuori André Anderson e dentro Mazzarani. Al 62′ Djavan Anderson allarga per Jallow, il cui destro a giro viene ribattuto dalla difesa avversaria senza che il rimpallo premi nessuno dei granata. Al 72′ Di Tacchio prova il sinistro dal limite, con Fiorillo che blocca in due tempi con un mezzo brivido. Al 74′ Sottil accentua notevolmente la caduta dopo un contrasto al limite dell’area con Odjer e, non contento, protesta in direzione di Nasca, beccandosi un giallo sacrosanto. Come sacrosanta è la sanzione per Casasola il minuto seguente a seguito di una finta del solito Sottil. Al 76′ Micai e Mantovani si avventano su Brugman, servito sottomisura da (manco a dirlo) Sottil scongiurando la beffa che però è solo rimandata: il centrale pescarese Bettella fredda Micai con un destro sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nel frattempo era entrato Emanuele Calaiò per Djuric e all’81’ Menichini completa I cambi: fuori Djavan Anderson e dentro Rosina. All’88’ Jallow cerca Mazzarani in area, ma il trequartista viene anticipato da Scognamiglio con un intervento al limite. Sul capovolgimento di fronte il destro di Ciofani impegna severamente Micai e Casasola salva sul facile tap-in avversario; ancora il Pescara, con la conclusione di Mancuso parata da… Migliorini. Sul corner è proprio Matteo Ciofani a raddoppiare dopo un contrasto tra Scognamiglio e Di Tacchio. Intanto il Venezia ribalta il Carpi: a salvare la Salernitana dalla retrocessione diretta è il Verona. Ed il Foggia ha delle udienze per la riduzione della penalizzazione in corso.