Carabelli e Loria ad Assist:”La cifra sparata da Lotito ai Della Valle è alta, ma la trattativa c’è.” Replica Giordano:”Società allo sbaraglio. Ci sono dei tifosi da rispettare.”

Salernitana

Nell’appuntamento serale del martedì sera di Assist — Oltre il 90°, a cura della nostra redazione e condotto da Giuseppe Pucciarelli, si è discusso sulla probabile trattativa tra i co-patron Claudio Lotito e Marco Mezzaromma con i Della Valle e sul calciomercato granata.
Di seguito le varie dichiarazioni degli ospiti Ennio Carabelli, Vito Giordano e Pier Giuseppe Loria.

Ennio Carabelli:”Nel comunicato della società non si smentisce la trattativa, ma l’incontro. Ciò fa capire che la notizia da fastidio e qualche fondamento ce l’ha. Due mesi fa da fonti certe sono venuto a sapere che Lotito e Mezzaroma si sono sentiti con i Della Valle attraverso intermediari, ma la cifra è stata sparata un pò grossa da parte della Salernitana.
La serietà di questa notizia fa sì che come accaduto a Firenze con Commisso il tutto si venga a sapere solo a cose fatte. Lo speaker della Salernitana non sa o meno se sabato deve andare allo stadio, ma allora mi chiedo cosa stiamo facendo a Salerno. Una persona che mi ha deluso è Gian Piero Ventura che dichiara che la società non aveva nei programmi la Serie A, quando poi prima di Salernitana-Pisa ha detto il contrario.
Tra tre giorni abbiamo una partita con la Reggina e abbiamo una strana situazione con Micai che è venuto a Salerno con la promessa di andare a Roma, ora non so se è stimolato a stare ancora a Salerno. Il mister voleva giocare con il 3-5-2, ma sta aspettando Andrè Anderson da molto e ancora deve arrivare. In avanti c’è Djuric che non sta benissimo…”

Vito Giordano:”C’è tanta confusione intorno alla Salernitana come ad esempio Castori che non è stato ufficializzato, come la situazione Micai. Per quanto riguarda Tutino, Lotito ha capito che se Lombardi sta bene non serve Tutino.
La Salernitana non sta facendo mercato perchè non mette fuori i propri giocatori. È una società che sta allo sbaraglio.
Non abbiamo neanche la squadra per giocare contro la Reggina.
Nel mercato della Salernitana si fanno ogni anno 800 nomi, ma l’unica situazione è che la società prende i giocatori, li porta alla Lazio e poi li riporta a Salerno.
Dobbiamo giocare sabato, ma abbiamo Micai che Castori non vuole, abbiamo una difesa da amalgamare, un centrocampo che è inesistente. Si stanno allenando calciatori che devono essere venduti. Questo non è calcio. Io non so se la Salernitana è in vendita, ma so che ci sono dei tifosi da rispettare, una squadra da fare. Salerno sta perdendo una passione.
Se non ci fosse stata la trattativa facevano subito la squadra. Stanno creando le basi in qualche altro posto, può darsi che vanno a trattare a Messina.”

Pier Giuseppe Loria:”Per quanto riguarda il comunicato della società sull’incontro con i Della Valle, voglio precisare che da molte parti non si parlava di un incontro tra i Della Valle e Lotito, ma di un incontro tra i Della Valle e De Luca. I Della Valle hanno acquistato immobili al Crescent quindi questo sarà l’incontro con De Luca, ma si parlerà anche di Salernitana. Io credo che la proposta da qui a fine anno ci sarà e spero che questa trattativa possa accellerare per arrivare ad una conclusione. Lotito ha sparato alta la cifra, ma ha fatto anche sì che ci fosse una proposta da parte dei Della Valle. Questa è la grande novità e la differenza rispetto a prima dove l’unico interlocutore era Claudio Lotito.
Le richieste che Castori ha fatto sono arrivate in parte, ad esempio Gyomber, ma mancherebbe la punta che starebbe bene vicino a Djuric.
Non so se Castori può essere soddisfatto o meno.
Questa società dimostra in un’altra città che quando vuole fare calcio lo fa bene.”