Coelli (CuoreGrigiorosso.com) a SG: “La B non riprenderà, si va verso il congelamento del campionato. Ma se dovesse ricominciare…”

news

In piena emergenza coronavirus, SalernoGranata.it interpella i colleghi che seguono le altre compagini del campionato cadetto per chiedere lumi sulla situazione nelle loro città. Questa settimana abbiamo contattato Lorenzo Coelli, giornalista di CuoreGrigiorosso.com, quindi – come si può evincere – di Cremona, una delle città e delle province maggiormente colpite da questo maledetto virus.

Ciao Lorenzo. Domanda che potrebbe sembrare quasi offensiva in questo periodo, però correrò il rischio. Quando e come secondo te potrebbe riprendere il campionato di Serie B?

Ciao. Beh, a mio parere il campionato di Serie B non riprenderà. Per quanto i numeri degli ultimi giorni possano suggerire qualche miglioramento, avendo vissuto (e vivendo) la situazione da così vicino penso che perché tutto questo si risolva completamente e senza rischi per nessuno ci vorrà qualche mese. Spero di sbagliarmi.

Se si dovesse sforare il termine del 9 maggio, giusto congelare la classifica o si deve completare a costo di giocare fino a fine luglio?

L’idea di ricominciare il 9 maggio avrebbe garantito la normale chiusura della stagione, ma credo che sforare per finire il campionato a fine luglio risulti controproducente anche per l’anno prossimo. Al di là di tutti i problemi economici che si possono creare con un eventuale congelamento della classifica, penso che sia l’opzione in grado di rendere soddisfatte la maggior parte delle squadre coinvolte. Garantendo le promozioni ed evitando le retrocessioni, gli unici insoddisfatti (giustamente) sarebbero squadre come il Frosinone, che hanno visto la classifica congelata proprio dopo aver perso il secondo posto. Spero che alla fine si possa trovare la soluzione più conveniente per tutti, ma sarà molto difficile. 

Alla ripresa (se avverrà), potrebbero esserci delle modifiche nei valori in campo? In soldoni, chi azzeccherà la preparazione fisica ottimale potrà essere avvantaggiato?

In caso il campionato riprendesse (e me lo auguro, perché significherebbe che è passato tutto in tempi relativamente brevi), sicuramente si parlerà di una competizione diversa. Dovendo garantire una sorta di mini ritiro prima di ricominciare, squadre come la Cremonesa o il Cosenza possono dare più tempo ai loro nuovi mister per lavorare sulla rosa e conoscerla meglio. Non mi stupirei se qualche squadra cambiasse faccia alla ripresa: quello che sta succedendo ci sta inevitabilmente segnando e può ribaltare le carte in tavola. 

Tagged