Coerenza tattica ed identità. Salernitana sei pimpante, ma davvero controcorrente?

news

Viaggiando contro vento con l’anticalcio lasciato dietro la scrivania dei ricordi del recente passato. Giocatori non più presi sulla scorta dei curricula (Cerci a parte) per mera volontà di mister Ventura che, fin dagli albori della propria venuta a Salerno è riuscito con Lotito a creare un filo diretto senza intermediari. A Salerno sono giunti giocatori funzionali ad un determinato modulo tattico: Ventura avrebbe voluto fare il 4-2-4 ma per effetto del mercato ha virato per il 3-5-2 con il desiderio “soddisfatto” da Lotito di inserire sugli esterni giocatori dalle spiccate capacità offensive.

Possesso palla, movimento senza palla, intensità sulle corsie esterne e giocatori nel rispettivo ruolo rappresentano quella normalità che anche con singoli, magari sulla carta più dotati, veniva sommersa da un calcio antiestetico, vetusto, indecifrabile. Da accozzaglia di giocatori la Salernitana con pregi e difetti sta per essere plasmata secondo la volontà del proprio condottiero, per la prima volta, responsabile con Lotito della campagna trasferimenti ed i risultati già sono importanti: basta pensare che la squadra pensata da terzi nella scorsa stagione sia stata completamente cancellata salvo scorie ancora difficili da eliminare “grazie” ai contratti pluriennali fatti sottoscrivere in funzione del nome utile agli abbonamenti.

Ed invece, è bastata un’idea, la capacità con semplicità di apporla un campo da parte dell’allenatore, senza intromissioni, per giocare alla prima all’Arechi la migliore gara degli ultimi sei anni al di là del risultato. I tifosi fuoriusciti dall’impianto di Via Allende hanno portato con sé un profilo, identikit di squadra utile per ricordare a memoria la formazione titolare o quasi per la prossima partita. Altra novità che nel deserto del passato acuisce i pregi e diminuisce i difetti di una prestazione perfetta. Ora, cara Salernitana sei chiamata a restare pimpante e, a differenza del passato, fino alla fine controcorrente. Basta solo derogare dal passato. Ventura ci sta riuscendo ora spetta alla società restare coerente senza colpi di “genio” nel semestre dei fattori imponderabili…

Tagged