Cremonese e Salernitana chiudono sullo 0-0. Micai tiene in piedi i suoi

news Salernitana

Allo Zini di Cremona la Salernitana chiude sullo 0-0 un primo tempo che l’ha vista per larghi tratti in difficoltà contro una Cremonese contestata e vogliosa di riscatto. Al 3′ Ciofani sfugge alla marcatura di Migliorini e, a pochi passi da Micai, svirgola malamente. Risponde al 5′ la Salernitana: Lombardi si invola sulla destra e crossa in area, dove Kiyine di testa non riesce a centrare la porta. All’8′ Micai rischia grosso coi piedi, imbeccando poco fuori dalla sua area Valzania, la cui conclusione termina alta sopra la traversa. Risponde subito la Salernitana con una giocata di alta scuola di Akpa Akpro, il cui cross non viene però impattato da Gondo. Al 14′ ancora Ciofani pericoloso: il centravanti ex Frosinone gira di testa sul palo lontano, centrato in pieno a Micai battuto. Al 16′ ci prova anche Ceravolo, la cui progressione si conclude con un tiro respinto; ben più pericoloso Valzania, che un minuto dopo impegna severamente Micai, che mantiene a galla i suoi tuffandosi sulla sua sinistra. Al 20′ i granata (oggi in terza maglia gialla) si complicano la vita con uno schema velleitario su calcio di punizione che li espone ad un contropiede su cui chiude Jaroszynski. Al 23′ Maistro si procura e batte una punizione che però non impensierisce il portiere avversario Agazzi. Due minuti dopo Gustafson viene fermato irregolarmente da Akpa Akpro al limite dell’area, con l’ivoriano che rimedia anche il giallo. La punizione del nigeriano Kingsley si infrange sulla barriera; sui due angoli successivi è ancora Micai a salvare i suoi. Al 32′ primo squillo importante della Salernitana, con Jallow che costringe Agazzi a deviare sopra la traversa il potente destro del gambiano. Dubbi al 34′ per un contatto in area tra Lombardi e Migliore. La gara, complice l’importanza della posta in palio e il momento delicato della Cremonese, si mantiene su toni agonistici piuttosto elevati, con la Salernitana che nell’ultimo terzo di secondo tempo alza il baricentro e le sue percentuali di possesso palla. Al 44′ Gondo recupera una palla preziosa e dà il via ad un pericoloso quattro contro tre sprecato da Di Tacchio; sul capovolgimento di fronte il diagonale di Valzania trova ancora una volta la pronta risposta di Micai. Nulla da segnalare nel minuto di recupero concesso.