Da “Avellino” i migliori rinforzi di questa Salernitana!

Salernitana

Scelte obbligate per Gregucci in vista del match di domenica sera contro il Crotone. Tra difesa e centrocampo, Il trainer romano sarà costretto a rinunciare ancora a diversi elementi in organico al punto da dover addirittura fare la conta dei disponibili. Non la situazione migliore, soprattutto in una fase di stagione in cui si dovrebbe accelerare per provare a centrare l’ottavo posto, uno obiettivo ancora realisticamente plausibile. Che non vedrà l’apporto di Di Gennaro, da considerarsi, probabilmente, già un ex,  e di Akpà, anche se quest’ultimo sta provando a forzare i tempi per essere disponibile domenica sera, almeno part-time. Odjer è in ballottaggio con Minala mentre Di Tacchio, il migliore nel ruolo per rendimento offerto, caposaldo inamovibile. In attacco si rivedrà Calaiò dal primo minuto con Djuric pronto a riaccomodarsi in panchina. Al fianco dell’ex Parma agirá Jallow con il brasiliano Anderson a fungere da raccordo. I problemi sono anche in difesa. Out Schiavi, Perticone e Bernardini, in settimana ha subito uno stop anche Pucino, che però appare in recupero, con Mantovani non al meglio. L’unico sicuro del posto appare Migliorini, il migliore nel ruolo per rendimento. Una curiosità, sia lui che Di Tacchio, entrambi ex Avellino, si sono rivelati gli acquisti più azzeccati nella scorsa campagna estiva, coloro i quali hanno inciso maggiormente, e positivamente, nel fin qui anonimo campionato della Salernitana. Una piacevole consolazione che da sola non può bastare per valutare nel suo complesso come positiva la campagna acquisti condotta in estate dalla società granata, ma che potrebbe essere considerata una buona base di partenza per un eventuale, prossimo, torneo cadetto da vivere con maggiori aspirazioni.

Armando Iannece