Di Gennaro, Anderson e Pucino sugli scudi; Palumbo entra benissimo in partita. Salernitana, è una rosa extra large

news Salernitana

Era tra gli uomini più attesi della serata e non ha deluso. Davide Di Gennaro è stato tra i migliori in campo di Salernitana-Livorno, con una prestazione in crescendo che lascia ben sperare per il prossimo futuro. Il numero 8 è solo uno dei calciatori che, impiegati ieri sera dopo aver trovato poco spazio nelle uscite precedenti, hanno disputato una gran partita, guadagnandosi gli elogi di Colantuono, stampa e tifoseria. Ottima anche la prestazione di Pucino, pezzo di bravura sul gol a parte: nonostante abbia giocato sul piede debole, non sono mancati cross e le chiusure efficaci. Sembrava che una serata perfetta stesse per essere rovinata da un infortunio per il quale era stato richiesto l’ingresso in campo della barella, con il terzino casertano che ha invece superato i problemi fisici senza essere nemmeno sostituito. Bene Djavan Anderson, al netto di alcuni leziosismi che hanno esposto la Salernitana a qualche contrattacco potenzialmente pericoloso. È entrato benissimo in partita anche Antonio Palumbo, all’esordio in campionato. Ha preso il posto di Di Gennaro, raccogliendone le consegne ed emulandolo nell’assistenza – sempre da corner – per Bocalon, un altro di quelli che erano partiti dietro nelle gerarchie. Per Colantuono, dunque, tante alternative preziose, con alcune ancora tutte da scoprire, per il prosieguo di un campionato notoriamente logorante come quello cadetto, da sempre foriero di cali di forma e infortuni cui solo rose ricche di soluzioni sono riuscite a far fronte senza incappare in crisi di risultati.