Djuric manda la Salernitana in orbita: a Livorno termina 2-3 sul filo di lana

news Salernitana

Vittoria pirotecnica per la Salernitana, che piega al 90′ un Livorno mai domo, regalandosi la terza vittoria consecutiva in trasferta e il momentaneo secondo posto in classifica. Al 46′ Cicerelli parte sulla destra e tenta di replicare l’assist del primo tempo, ma stavolta Zima smanaccia ed Agazzi completa il disimpegno. Sul capovolgimento di fronte Raicevic beffa Jaroszynski e lo costringe al fallo da ammonizione. Al 48′ il Livorno parte in contropiede, con Marras che si ritrova uno contro uno con Lopez e conclude di sinistro a botta sicura, con Micai che miracoleggia di piede. Nuovo capovolgimento di fronte ed è giallo in area: Djuric e Giannetti combinano in area, Porcino aggancia il centravanti bosniaco che cade in area a porta spalancata. Niente rigore, anzi giallo per le vibranti proteste del numero 11. Al 53′ è Firenze a concludere a lato da posizione centrale. Al 56′ nuova beffa per la Salernitana: Marsura imbecca Marras, che a sua volta serve l’indemoniato Raicevic; il montenegrino sembra essersi irrimediabilmente allungato il pallone, ma ha un guizzo e beffa Micai con una conclusione in scivolata che gli passa tra le gambe. Ma la reazione della Salernitana è immediata: il corner di Lopez disegna una traiettoria che manda in tilt la difesa labronica; l’ultimo tocco è Di Gennaro, con Zima che cede dunque al fuoco amico. Al 63′ nuovo squillo livornese: Del Prato tenta un destro che termina non molto alto sopra la traversa. Cinque minuti dopo la conclusione di Marsura richiede ancora una volta la risposta di Micai. Inizia poi la girandola dei cambi, cui Ventura si iscrive con un solo avvicendamento fino al minuto 93: Odjer entra al posto di Firenze a venti minuti dal termine (sarà poi Kalombo a subentrare a Cicerelli nel terzo minuto di recupero). Nel frattempo è di nuovo il Livorno a tentare la via della rete con una conclusione al volo di Agazzi che non esce di molto. Uno dei subentrati del Livorno (D’Angelo) alza quasi subito bandiera bianca e, nonostante l’inferiorità numerica, cerca ancora l’avanzata. Ma all’alba dei 5 minuti di recupero concessi da Ghersini, la Salernitana passa per la prima volta in vantaggio: Giannetti crossa con forza dalla destra, la palla arriva sulla fascia opposta a Lopez che scambia con Maistro e crossa al centro; Zima non esce e per Djuric è un gioco da ragazzi insaccare. È la rete del 2-3, al 91′ la Salernitana è avanti. Al 95′ Maistro conclude di poco a lato, al 96′ Stoian sfiora nuovamente la rete ma Micai è ancora una volta prodigioso. La Salernitana, in attesa della gara dell’Ascoli, si regala una serata da sogno dopo una partita non adatta ai deboli di cuore.