Ecco la nuova rivoluzione. Squadra rivoltata come un calzino. Galleggiamento sempre ben vista…

news Salernitana

Altro campionato, stessa storia, stessa modalità: questa volta la novità sarà rappresentata dalla conferma di Leonardo Menichini: il tecnico di Ponsacco, per la prima volta, salirà sulla nave non a seguito di chiamata per stato di necessità, avendo la possibilità di ricominciare a svolgere il ritiro con la squadra fin dall’inizio della stagione. Non era mai accaduta tale circostanza, neppure nell’anno della promozione in B allorquando il tecnico di Ponsacco giunse a ritiro ormai terminato, a seguito dell’esautoramento di Mario Somma. La squadra, come ogni anno di questi tempi, sarà rivoluzionata come un calzino: tanti gli elementi in esubero da piazzare, considerando gli arrivi di Altobelli, Castiglia, Cernigoi, Signorelli e Kalombo (tra gli altri). Dell’attuale formazione dovrebbero restare l’estremo difensore Alessandro Micai (da separato in casa ad eroe nell’arco di una settimana); i centrocampisti Odjer, Di Tacchio ed Akpa Akpro; i difensori Mantovani, Migliorini (per il quale è stato prorogato il termine per esercitare l’opzione di rinnovo) e Pucino. Per quanto attiene l’attacco Djuric dovrebbe essere il solo ad essere confermato data la possibile cessione di Jallow e gli addii di A. Anderson (alla Lazio) ed Emanuele Calaiò (nonostante un altro anno di contratto). Dovrebbe fare le valigie anche Alessandro Rosina seppure legato ancora ad un altro anno di contratto come previsto dalla programmazione “lungimirante” fin qui posta in essere (salvo fattori imponderabili) dal talent-scout Fabiani ed il proprio mentore, Claudio Lotito…  Altro giro, altra corsa, insomma: cambieranno le facce ma il galleggiamento con Lotito sarà sempre garantito…