Erika Linza: “La classifica non ci sorride, ma ci rialzeremo”

news Salernitana Femminile 1970
La Salernitana Femminile, nel corso del mercato estivo, si è impegnata a rinforzare l’organico di base con importanti investimenti. Erika Linza, laterale classe ‘93, proveniente dal Lamezia, squadra nella quale ha militato per ben tre stagioni, ha deciso di voltare pagina e di sposare il progetto granata:
”Ho vissuto alla Royal una bellissima esperienza, siamo andate più volte vicine alla vittoria del campionato, arrivata, dopo tanti sacrifici, loscorso anno. Sono una ragazza sempre alla ricerca di nuovi stimoli e nuove ambizioni e quando un ciclo è destinato a concludersi bisogna avere il coraggio di prendere delle decisioni importanti. Vestire la maglia del Lamezia ha significato tanto per me, mi ha dato la possibilità di esordire in un campionato nazionale nonostante la mia poca esperienza e mi ha fatto vivere momenti indimenticabili. Non bisogna però mai smettere di porsi degli obiettivi, nella vita così come nel calcio, motivo per cui non ci ho pensato su due volte a lasciare amici, famiglia e abitudini per intraprendere questa nuova avventura. Sembrerà strano perchè son qui da poco, ma a Salerno sto bene, mi sento a casa”.
Quest’anno prima di abbracciare il tuo nuovo gruppo, hai vissuto con il beach soccer un’esperienza indimenticabile vestendo la maglia del Lokrians.
“Hai detto bene, è stata un’esperienza indimenticabile. A Bellaria non siamo riuscite a conquistare il titolo per un soffio, in Portogallo ho avuto l’occasione di giocare la Champions League sotto la guida di Mister Mardente. Colgo l’occasione per ringraziare ancora il Ds Valentina De Leo per avermi fatto vivere un sogno. Successivamente il Madrid mi ha dato l’opportunità di giocare la coppa spagnola, in Marocco; sfortunatamente abbiamo perso la finale ma ho avuto il piacere di confrontarmi con giocatrici della nazionale spagnola, atlete di altissimo livello”.
La squadra non sta vivendo un buon momento, non riesce a raccogliere quanto di buono sta seminando ogni domenica. Gli infortuni che hanno caratterizzato la prima parte del campionato vi hanno penalizzato e non poco. Alla prima di campionato sei stata costretta ad uscire dal campo a causa di uno scontro di gioco, sei stata fuori più di un mese.“È stato un inizio complicato, per me e per la squadra. Purtroppo fa parte del gioco, l’importante è sapersi rialzare e non mollare mai. Personalmente spero di essermi lasciata alle spalle questa spiacevole parentesi, ciò che dispiace è non essere riuscita ad aiutare la squadra in un momento così difficile. Pian piano ci rialzeremo, ne sono sicura, ci sarà da lottare perché la classifica non ci sorride. Nonostante i risultati negativi che ne stanno venendo fuori sono fiduciosa, il gruppo è più unito che mai e lotteremo fino alla fine per riprenderci tutto ciò che meritiamo, perché sì, lo meritiamo davvero”.
L’ultima partita in casa contro la New Team Noci di mister Monopoli ha rappresentato un nuovo inizio. 0 punti conquistati ma l’ottima prestazione fornita lascia ben sperare per il futuro. Il cambio di panchina può aver dato qualche stimolo in più?
“Le quattro sconfitte che ci portiamo alle spalle indubbiamente pesano. Contro il Noci abbiamo disputato una grande gara, poichè ci siamo confrontate con una delle migliori squadre di questo campionato. Nonostante la sconfitta, siamo sempre più coscienti dei nostri mezzi e delle nostre potenzialità; questo però non significa che dobbiamo accontentarci, non abbiamo fatto ancora nulla! Son sicura questo possa essere un nuovo inizio. L’avvento del nuovo mister ha dato sicuramente una scossa alla squadra e non sono io a dirlo, il campo ha parlato per noi domenica”.
Domenica contro il Manfredonia servirà la partita perfetta e massima concentrazione. Incontrerete la prima della classe. Questa gara potrà dare una svolta al campionato?
“A partire da domenica per noi saranno tutte finali. Ogni partita abbiamo il dovere di giocarla al massimo e fino all’ultimo secondo. Dobbiamo divertirci, aiutarci l’un l’altra e fornire una grande prestazione, come quella contro il Noci, in cui ci è mancata solo la vittoria. Non vedo l’ora di scendere in campo!”.
Giovanna Miano – Ufficio Stampa Salernitana Femminile