Ex granata: l’uragano Donnarumma si abbatte sul Padova. Tripletta e vetta della classifica dei cannonieri

altre news news
Che fosse un calciatore che vede molto bene la porta anche nel campionato cadetto lo aveva fatto vedere, quando chiamato in causa con discreta continuità, già a Salerno e poi ampiamente confermato ad Empoli. Alfredo Donnarumma ha oggi dato un ulteriore saggio del killer instinct di cui è dotato sottoporta nella rotonda vittoria del Brescia contro il Padova, che nulla ha potuto contro le ritrovate rondinelle nonostante l’iniziale vantaggio. Per il numero 9 una tripletta (7 gol in 7 partite di campionato) che è un po’ il manifesto delle sue caratteristiche principali: il primo ed il terzo sono stati frutto, rispettivamente, di un colpo di testa sugli sviluppi di un corner e di uno scatto sul filo del fuorigioco concluso con un preciso diagonale a tu per tu col portiere avversario, spiazzato sul rigore con cui era arrivata la momentanea doppietta. Per Donnarumma – snobbato forse troppo a cuor leggero non solo dalla Salernitana, dove era però giunto ad un punto di non ritorno, ma anche da un Empoli che in Serie A sta faticando molto a convertire in gol le tante occasioni create e che non ha trovato per ora in La Gumina un calciatore che valga realmente l’investimento profuso in estate – la soddisfazione di portarsi il pallone a casa e di giungere alla seconda sosta della stagione sul trono della classifica dei cannonieri.
Fonte Foto: elivebrescia.tv