Galli (MondoSportivo.it) a SG: “Empoli, a Salerno è l’ultima chiamata per i playoff. Granata negli eventuali spareggi post-campionato?”

Salernitana

Questa sera all’Arechi di Salerno si disputa Salernitana-Empoli, partita importantissima per il discorso playoff. Per sapere tutto sull’ambiente empolese, chiediamo lumi al collega di MondoSportivo.it e di PianetaEmpoli.it Simone Galli.

Ciao Simone. Allora, la gara con la Salernitana è l’ultima spiaggia per l’Empoli in chiave playoff?
Ciao. Indubbiamente la gara di Salerno è fondamentale per le residue speranze dell’Empoli. Una eventuale sconfitta non solo farebbe scappare la Salernitana, che diventerebbe pressoché irraggiungibile, ma ridurrebbe al lumicino le velleità di playoff, che sarebbero legate a risultati favorevoli negli ultimi 180 minuti. Proprio per questo è una gara delicata, in cui l’Empoli non dovrà sbagliare nulla ed entrare in campo col piglio giusto.

Cosa ha determinato che una squadra dall’indubbia caratura tecnica come l’Empoli non solo non sia mai stata competitiva per la zona promozione diretta, ma rischia anche di uscire fuori dalla zona playoff?
Vero, alla vigilia la squadra allestita sembrava pronta per giocarsi la A. La scelta iniziale dell’allenatore, Bucchi, si è dimostrata poco redditizia. E la società ha dimostrato un po’ di confusione anche nella sua sostituzione, affidandosi a un tecnico senza esperienza come Muzzi. Inoltre mettici un parco giocatori che non ha reso come si sperava: la società, fortificata dalle cessioni di Caputo, Di Lorenzo e Bennacer ha speso molto ma sinceramente hanno reso tutti al di sotto delle loro possibilità.

Come vive la piazza empolese questo momento della squadra? Si avverte malcontento verso Corsi, uno degli ultimi patron di lunga data del calcio italiano?
La piazza empolese è molto riconoscente nei confronti di Corsi, non potrebbe essere altrimenti visto ciò che è riuscito a fare negli ultimi 25 anni. Al contempo è contrariata per una stagione in cui la società ha fatto molti proclami ma poi, sul campo, ha deluso. Empoli non è una piazza particolarmente esigente, però lo diventa, come è normale, se la società alza la posta in palio.

Come sta la squadra? Quale dovrebbe essere l’undici titolare?
La squadra fisicamente sta abbastanza bene, anche se deve fare a meno di due pedine importanti come Fiamozzi e Henderson. Dovrebbero giocare, nel consueto 4-3-3, Brignoli in porta; linea difensiva composta da Gazzola, Maietta, Romagnoli e Antonelli; a centrocampo, torna Ricci in mediana, probabilmente coadiuvato da Frattesi e Zurkowski, anche se Bandinelli scalpita; in attacco, Ciciretti-Mancuso-Bajrami.

Come è considerata la Salernitana ad Empoli?
Una squadra pericolosa e un campo difficile, anche se chiaramente senza pubblico sarà tutta un’altra cosa. A rendere più delicata la sfida è comunque la posizione dell’Empoli, che non può più sbagliare nulla.

Immaginiamo la Salernitana nei playoff. Secondo te, la squadra granata sarà realmente libera di giocarsela, considerata la multiproprietà?
Bella domanda! Dipende da cosa vuol fare Lotito. Scherzi a parte, non credo molto nei giochi di palazzo. Ritengo la Salernitana una squadra ostica che può diventare pericolosa per tutti, in un campionato dove abbiamo visto che ci sono poche gerarchie.

In conclusione, un calciatore potenzialmente decisivo per parte
.
L’Empoli ultimamente sta puntando molto sul rilancio di Ciciretti e tutto sommato ci sta riuscendo. Della Salernitana dico Kiyine.

Tagged