Giudice Sportivo, un turno a Gatto insieme ad altri sei calciatori. Multata la società. Maxi ammenda per la Cremonese

Published on: 14 novembre 2017

Filled Under: News

Views: 392

Tags: , , , , ,

Il Giudice Sportivo della Lega B ha da poco comunicato le sanzioni disciplinari in seguito del quattordicesimo turno di campionato. Come prevedibile, Leonardo Davide Gatto salterà la sfida con la Cremonese di domenica prossima, in seguito alla doppia ammonizione ricevuta nella gara di Cesena. Nell’occasione, nel match dell’ “Orogel-Manuzzi” è stato ammonito Alejandro Rodriguez, al secondo giallo stagionale. Nessun squalificato sponda grigiorossi. Tuttavia, la società lombarda ha avuto una maxi ammenda di 5mila euro per “avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso numerosi fumogeni nel proprio settore; per avere inoltre, al 14° del secondo tempo, lanciato una bottiglietta d’acqua in direzione di un calciatore della squadra avversaria; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza”.

Multata, infine, anche la società granata per “avere suoi sostenitori, al 32° del secondo tempo, lanciato sul terreno di giuoco un petardo; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza”.

Di seguito nel dettaglio le sanzioni principali comminate dal Giudice Sportivo della Serie B:

Ammenda di € 5.000,00 : alla Soc. CREMONESE per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso numerosi fumogeni nel proprio settore; per avere inoltre, al 14° del secondo tempo, lanciato una bottiglietta d’acqua in direzione di un calciatore della squadra avversaria; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 2.000,00 : alla Soc. BRESCIA per avere suoi sostenitori, nel corso del primo tempo, lanciato nel recinto di giuoco due petardi ed un fumogeno; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 2.000,00 : alla Soc. SPEZIA per avere suoi sostenitori, al 36° del secondo tempo, lanciato nel recinto di giuoco un accendino in direzione di un calciatore della squadra avversaria; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 1.500,00 : alla Soc. SALERNITANA per avere suoi sostenitori, al 32° del secondo tempo, lanciato sul terreno di giuoco un petardo; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 1.000,00 : alla Soc. BARI per avere suoi sostenitori, al 33° del secondo tempo, lanciato nel recinto di giuoco un petardo; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 1.000,00 : alla Soc. FOGGIA per avere suoi sostenitori, al 31° del secondo tempo, acceso tre fumogeni nel proprio settore; sanzione attenuata ex art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 1.000,00 : alla Soc. PESCARA per avere suoi sostenitori, al 5° del secondo tempo, lanciato nel recinto di giuoco un petardo; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

CALCIATORI ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
ADORNI Davide (Cittadella): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete.
CERRI Alberto (Perugia): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
GATTO Leonardo Davide (Salernitana): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.

CALCIATORI NON ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA ED AMMENDA DI € 1.000,00
MAMMARELLA Carlo (Pro Vercelli): per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; sanzione aggravata perché capitano della squadra; già diffidato (Quinta sanzione).

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
BARILLA’ Antonino (Parma): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
D’ANGELO Angelo (Avellino): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
VIVES Giuseppe (Pro Vercelli): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

ALLENATORI
AMMONIZIONE CON DIFFIDA
CHIAPPARA Roberto (Spezia): per avere, al 43° del secondo tempo, contestato una decisione arbitrale calciando una bottiglietta d’acqua in direzione del terreno di giuoco; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

AMMONIZIONE

FRANZETTI Mauro (Brescia): per avere, al 10° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina aggiuntiva, contestato platealmente l’operato arbitrale.
POLLINO Salvatore (Ascoli): per avere, al 22° del secondo tempo, a giuoco fermo, contestato platealmente una decisione arbitrale entrando sul terreno di giuoco; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

DIRIGENTI
AMMONIZIONE CON DIFFIDA
RINAUDO Leandro (Venezia): per avere, al termine del primo tempo, nel tunnel che adduce agli spogliatoi, contestato reiteratamente una decisione arbitrale; recidivo.

Articolo a cura di Mario Ruggiero.

Comments are closed.