La fisicità di Djuric o il movimento di Vuletich? Dipende da.. Jallow!

Salernitana

“Non sta facendo facendo fatica, Milan attira su di se’ mezza difesa avversaria creando spazio per gli altri, e per noi è fondamentale. Quando non si riesce a giocare è sufficiente lanciargli la palla che  ti fa respirare.  Svolge un grande lavoro per la squadra” , ci pensa il capitano Raffaele Schiavi a rassicurare l’ambiente ed a garantire sulle qualità di Djuric ancora a quota zero reti realizzate dopo le prime sei giornate di campionato. Certo, impegno ed abnegazione per la squadra non sono mai mancati ma intanto sabato a Cremona  l’attaccante bosniaco potrebbe accomodarsi per la prima volta in panchina in favore di Vuletich. Colantuono ci sta pensando. L’attaccante argentino protegge meno la palla ed appare anche meno coordinato nei movimenti ma possiede una discreta mobilità che ben potrebbe sposarsi con le caratteristiche tecniche di Jallow. Sul punto, un dato appare chiaro, incontrovertibile. La prolificità del reparto avanzato della Salernitana dipende tutto o quasi dalle gesta dell’attaccante gambiano. E’ lui l’elemento di maggiore imprevedibilità, che vede meglio la porta e di portarsi in dote 13/15 gol a fine stagione, quid necessario per puntare ad un traguardo ambizioso. Ma con quale partner? E soprattutto, chi tra attaccanti attualmente in rosa è in grado di favorirne le giocate ed movimenti?  Nella scorsa stagione Jallow  giocava come unico punto di riferimento in un sistema di gioco con Laribi alle sue spalle pronto a lanciarlo in velocità  in una sorta di 4-4-1-1 . Modulo che difficilmente il trainer granata opterà da qui a breve, certamente non a Cremona dove verrà confermato il 3-5-2. Ergo, bisogna scegliergli il compagno di reparto.  Chi tra Vuletich e Djuric? Imprevedibilità o maggiore fisicità la davanti? Probabilmente lo stato di forma dell’argentino, la voglia di mettersi in mostra e, soprattutto la capacità di svariare su tutto il fronte d’attacco lo rendono in questo momento più funzionale al modo di stare in campo di Jallow. Impressioni che si trasformano in interrogativi a cui solo Colantuono, e successivamente il rettangolo verde, daranno una risposta.

 

A cura di Armando Iannece