Lanzillo (LivornoToday.it) a SG: “Livorno, oramai c’è rassegnazione. Breda, che errore la non conferma di Diamanti. Sulla Salernitana…”

news

Domenica la Salernitana ospita il Livorno all'”Arechi” nella sfida valevole per la 25/a giornata di Serie B 2019/2020. Per sentire che aria tira nell’ambiente amaranto, chiediamo lumi al collega di LivornoToday.it Davide Lanzillo.

Ciao Davide. Allora, che Livorno vedremo domenica all’Arechi?
Ciao. La speranza è di vedere un Livorno diverso da quello spento e impaurito sceso in campo contro il Cosenza. La squadra sembra in completa confusione e ormai rassegnata, soprattutto non riesce a gestire alcun tipo di pressione. Sul campo del Pordenone c’era stata una buona prestazione e fino a pochi minuti dalla fine la vittoria sembrava in pugno, poi, con il Cosenza, in quella che avrebbe dovuto essere la partita della vita, c’è stata una non prestazione allucinante. Purtroppo è stata una costante di questo torneo: negli appuntamenti importanti questa squadra ha sempre fallito, eccezion fatta per il derby con il Pisa.

Come è l’ambiente livornese? Rassegnato o crede ancora nella salvezza?
Nell’ambiente ormai sembra non crederci più nessuno. L’unico a crederci ancora è il presidente Spinelli, ma sperare nella salvezza, a questo punto, diventa purtroppo utopistico. Servirebbe un vero e proprio miracolo.

A proposito di Spinelli, Salernitana-Livorno potrebbe essere la sua ultima partita da patron dei labronici?
Bella domanda. Entro la fine del mese, come annunciato da entrambe le parti coinvolte nella trattativa, si dovrà arrivare a una conclusione, che sia in un senso o nell’altro. Dopo un momento in cui il cambio di proprietà sembrava ormai a un passo, negli ultimi giorni sono emerse alcune perplessità. Staremo a vedere.

Breda rischia? E, se sì, avrebbe senso cambiare nuovamente tecnico?
Con Spinelli, gli allenatori sono sempre a rischio. Breda, purtroppo, quest’anno ha sbagliato tutto, a partire dalle scelte fatte in estate: non confermare Diamanti si è rivelato un autogol clamoroso. E’ stata costruita una squadra con alcuni buoni nomi e buone individualità, ma totalmente priva di carattere e personalità. Cambiare tecnico in una situazione del genere forse avrebbe anche poco senso: l’unica soluzione potrebbe essere quella di affidare la panchina a Filippini, ora collaboratore di Breda, o a Cannarsa, attuale tecnico della Primavera. Anche perché credo che nessun allenatore accetterebbe Livorno in questo momento. 

Cosa non ha funzionato finora nel Livorno?
Nel Livorno, è banale dirlo, non ha funzionato niente. La situazione è degenerata di settimana in settimana, non c’è mai stata la tanto auspicata scossa in grado di dare un senso alla stagione. Penso che la svolta negativa sia stata proprio la gara di andata contro la Salernitana: gli amaranto venivano dalla vittoria con il Pordenone e dal pareggio-beffa subito in pieno recupero a Cosenza, con i campani per due volte Luci e compagni si sono portati in vantaggio e poi sono finiti ko al 91′. Quella sconfitta, e quella ancor più rocambolesca con il Chievo la settimana successiva, con i veneti che passarono al Picchi per 4-3, dopo che gli amaranto chiusero il primo tempo in vantaggio 3-1, ha fatto perdere qualsiasi certezza alla squadra.

Cosa si sa della futura probabile nuova società?
Onestamente non moltissimo. Majd Yousif, l’uomo che sta trattando con Spinelli, è attivo su numerosi campi, a partire da quello del noleggio delle auto elettriche, dove ricopre la carica di CEO della Share’ngo. A questo proposito, negli ultimi giorni sono arrivate notizie non proprio positive da Milano, con l’azienda che ha provvisoriamente sospeso il servizio a causa di numerosi atti vandalici a danno dei mezzi.

Come è considerata la Salernitana? Secondo te, i granata possono ancora lottare per la promozione diretta?
La Salernitana è sicuramente una buona squadra, potrà giocarsi fino in fondo una posizione playoff. Per la promozione diretta, invece, vedo squadre più attrezzate, Frosinone in primis. La classifica è però cortissima e può succedere davvero di tutto.

Infine, un calciatore potenzialmente decisivo per parte domenica.
Beh, per il Livorno è facile dire Marras: è stato l’unico giocatore amaranto davvero positivo in questa stagione. Per la Salernitana, vista anche la difesa tutt’altro che imperforabile del Livorno, dico Djuric.

 

Tagged