Le risposte alla crisi della Salernitana

Salernitana

Inutile ripetere l’ovvio. Tra cali di rendimento, crisi di gol, le poche vittorie e le prestazioni scialbe dell’ultimo mese, appare lampante, quasi inevitabile,  associare la parola crisi all’attuale momento della Salernitana. Forse non sarebbe neanche opportuno fare un parallelismo con la scorsa stagione atteso che dopo 14 giornate di campionato Colantuono aveva un punto in più (20) rispetto ai 19 attuali conquistati da Ventura. Invero, due sono le domande che potrebbero attanagliare i tifosi granata in questo momento. Ovvero. Quali sono le cause e, soprattutto, come cambiare una stagione che sta prendendo i connotati di un altro campionato anonimo se non peggio.

Per rispondere alla prima domanda bisogna, giocoforza, fare un tuffo nel recente passato. In particolare,  alla presentazione di Ventura allorquando Lotito dichiarò espressamente che sarebbe stata allestita una Salernitana per puntare alle prime posizioni. Pensiero, tra l’altro, rafforzato ad ottobre laddove, all’interno della sede del Corriere dello Sport, il Patron biancoceleste riaffermava le ambizioni promozione della Bersagliera. Senza, ovviamente, dimenticare l’ormai arcinoto comunicato stampa dell’11 aprile nella mente di tutti.

Dichiarazioni, desiderata,  che cozzano, però, con il giudizio del campo laddove la Salernitana non ha fin qui mostrato quelle qualità, tecniche, per competere ai primi posti della classifica compiendo, invero, giornata dopo giornata il classico “passo del gambero”.  È chiaro, dunque, che dinanzi ad auspici, ad oggi, bocciati dal campo, la delusione è enorme e con il timore, tra l’altro, di rivivere un pericoloso dejavu.

La seconda domanda potrebbe trovare una risposta molto più sintetica della prima. Basterebbe, infatti, far giungere alla corte di Ventura tre elementi – tra cui un forte attaccante – di elevato spessore qualitativo. Non una rivoluzione, questa squadra non ne ha bisogno, bensì degli accorgimenti mirati nei ruoli chiave. E qui ci sarebbe una terza domanda, quella che troverà a breve una risposta: interverrà con decisione Lotito a gennaio al fine di consegnare a Ventura questi rinforzi? In passato non è avvenuto. Che sia la volta buona? Troppe domande…