Lega B, il 31 luglio la presentazione del calendario 2018/2019. Ancora “senza padrone” l’anticipo in chiaro. Chiesto alla FIGC il blocco dei ripescaggi

Published on: 11 luglio 2018

Filled Under: News

Views: 359

Tags: , , , , , ,

Importante assemblea di Lega B che ha chiarito vari temi: su tutti è stato fissato il giorno in cui presenteranno i calendari a Cosenza. Il 31 luglio, dunque, la Salernitana di Colantuono saprà quale sarà il suo destino sul terreno da gioco.

Insoddisfacente l’offerta della Rai per quel che concerne l’anticipo in chiaro: entro il 16 luglio si dovrebbe sapere di più in merito. Novità, infine, sui ripescaggi: la Lega B chiederà il blocco alla Figc. L’obiettivo è quello di arrivare al più presto alle 20 società nel campionato cadetto.

Di seguito il comunicato della Lega B:

“Assemblea di Lega B oggi in via Rosellini a Milano. Presenti 20 società. In apertura il presidente Mauro Balata ha condiviso la proposta della città di Cosenza e del club di ospitare la presentazione del calendario della Serie BKT 2018/19 il prossimo 31 luglio.

Con lo stesso consenso ottenuto per individuare la location del calendario, l’unanimità, l’Assemblea ha poi deciso di non accettare l’offerta proveniente da Rai relativa al pacchetto ‘Dirette anticipi in chiaro’, considerandola insoddisfacente, e ha deliberato di proseguire le trattive private, che si terranno il 16 luglio, con i due soggetti che hanno manifestato l’interesse all’acquisto, Rai stessa e RTI.

Deliberata sempre all’unanimità una nuova ripartizione delle risorse, mirata a una maggiore sostenibilità economica e a una valorizzazione dei giovani scesi in campo, dopo che nei giorni scorsi il presidente Balata aveva convocato una riunione con i referenti amministrativi delle società con l’obiettivo finale di trovare un percorso comune in relazione al tema della mutualità per la stagione 2018/19.

Tema ripescaggi. Accolta all’unanimità la proposta del Brescia calcio di chiedere alla Federazione il blocco, fin dalla stagione attuale, dei ripescaggi, nel caso di mancata iscrizione al prossimo campionato di Serie BKT, fino a un massimo di 20 società”.

Articolo a cura di Mario Ruggiero.

Comments are closed.