Pubblicato il: mer, feb 1st, 2012

Lotito fuori dalla Figc, il Coni vara la norma etica

Domani le nuove direttive sulla “moralità” : Morzenti non potrà candidarsi alla presidenza della Federazione sci, il presidente della Lazio deve lasciare il Consiglio Federale. Il ministro Gnudi d’accordo sui provvedimenti

 

ROMA- Stop a Giovanni Morzenti e Claudio Lotito: con le nuove norme del Coni, che entreranno in vigore domani in occasione della Giunta e del Consiglio Nazionale, Morzenti infatti il 31 marzo non potrà ricandidarsi alla presidenza della Fisi e Claudio Lotito, patron della Lazio, non potrà più fare parte del consiglio federale della Figc e dovrà essere sostituito, appena possibile, dalla Lega di serie A. La norma etica è stata approvata dal neoministro del turismo e dello sport, Piero Gnudi, avvisato preventivamente da Petrucci e sempre particolarmente attento a questi problemi: “Bene il massimo rigore a tutela di un mondo sano e vitale”. La decisione verrà presa dopo che i Saggi hanno a lungo studiato la materia. In base alla “tutela dell’onorabilità degli organismi sportivi”, chi è stato condannato, anche solo in primo grado, viene automaticamente sospeso in via cautelare. Morzanti è stato condannato in primo grado per concussione, Lotito per frode sportiva. La sospensione decade solo quando c’è una sentenza assolutoria o alla conclusione del procedimento penale (nel caso di Lotito è prevista per il prossimo autunno, grazie alla prescrizione). Come detto la norma etica è automaticamente esecutiva, e quindi non deve passare attraverso le Federazioni; Lotito non potrà quindi far parte del prossimo consiglio federale della Figc, previsto intorno al 10-15 febbraio.

Share

About the Author

Rocco Calenda