Marino:”Salernitana ostica che non ha mai perso in casa.Ma si gioca in 11..”

Salernitana

Nonostante sabato affronterà una Salernitana incerottata a causa delle assenze per infortunio di Di Gennaro, Akpà ed Odjer, Pasquale Marino, trainer dello Spezia, non si fida e mette in guardia l’intero ambiente ligure circa la difficoltà di questa trasferta:”Salernitana squadra ostica, che non ha mai perso in casa e che può contare sull’apporto di un folto pubblico passionale, ma in campo andremo in undici contro undici e dovremo cercare di riproporre quanto provato in questi giorni, offrendo tutto quello che abbiamo; 3-4-1-2 o 3-5-2, vedremo come Colantuono deciderà di schierare la sua formazione, ma dal canto nostro cercheremo di farci trovare pronti a tutto.” Così sul sito ufficiale spezzino.” Ad oggi non siamo ancora riusciti a sfruttare appieno il nostro organico a causa di diversi infortuni o ritardi nella condizione, tuttavia siamo cresciuti partita dopo partita ed i margini per migliorare ulteriormente sono ancora ampi; non ho mai visto un grande divario con i nostri avversari, anche nelle partite che ci hanno visto uscire sconfitti, dobbiamo solo continuare a lavorare e guadagnare fiducia nei nostri mezzi. Galabinov? Dopo le prime settimane di adattamento ora sta bene, è un altro calciatore rispetto all’inizio, un elemento importante per la nostra manovra offensiva, non solo in chiave realizzativa.La classifica? Non ne parliamo, anche perchè tra recuperi e turni di riposo non è chiara; piuttosto pensiamo ad una partita alla volta, poi alla fine del girone d’andata potremo fare una prima valutazione.
Ci sono tante squadre che non hanno ancora espresso il proprio potenziale, altre invece stanno sorprendendo, il dato evidente è che non esistono gare facili e che bisogna cercare di portare a casa punti da ogni partita”.

a cura di Armando Iannece