#PadSal, le pagelle: Migliorini vero leader, qualche spunto di A. Anderson. Ancora male la fase offensiva

Salernitana

Deludente pareggio esterno della Salernitana contro il Padova, ultima in classifica. Le pagelle:

Micai: Bonazzoli lo grazia dopo pochi minuti. Dopodiché, è ordinaria amministrazione. VOTO 6

Migliorini: di testa, di piede, in scivolata e prova anche ad impostare. C’è sempre, da autentico leader Voto 7

Perticone: Longhi gli sfugge solo una volta poi è attento favorito dalla pochezza dell’attacco patavino Voto 6

Gigliotti: non commette errori. Attento nella sua zona di competenza Voto 6 (Bernardini S.V. poco per giudicarlo, l’in bocca al lupo è d’obbligo  dopo oltre un anno di assenza)

Minala: lentissimo, sembra un doppione di Di Tacchio ma con ancora minore capacità di verticalizzare. In affanno dopo un’ora Voto 5

Di Tacchio: di rientro dalla squalifica, si fa notare per alcuni importanti recuperi difensivi, ma lì in mezzo ci vorrebbe ben altra qualità Voto 5.5

Pucino: discreto in fase difensiva dove tiene a bada un cliente scomodo come Morganella. Nullo in fase offensiva. E contro l’ultima in classifica ciò è un’aggravante Voto 5.5

Casasola: al 90° sulla stessa mattonella di Palermo ha la chance per il vantaggio, ma ci pensa troppo e viene stoppato. Nel complesso si vede poco in attacco. Tanti errori in fase di appoggio Voto 5.5

A.Anderson: meno incisivo del solito, subisce anche tantissimi falli non sempre segnalati. Non ha rifornimenti, ciò lo costringe a rientrare a centrocampo dove diventa molto più prevedibile. Ciò nonostante, inventa un tacco non sfruttato al meglio da Jallow Voto 6

D. Anderson. Voleva la Lazio ma se continua a giocare con questa indolenza difficilmente riuscirà a coronare il suo sogno. A parziale scusante la posizione da trequartista che non gli è congeniale Voto 5

Jallow: ha delle improvvise accelerazioni che danno l’impressione di spaccare la difesa del Padova, ma poi si perde nella scelta finale e diventa solo fumo. Ha sul destro una ghiotta chance nel secondo tempo ma coglie in pieno un difensore. E non era facile.. Voto 5 ( 80° Djuric: 17 minuti per fare un fallo in attacco. Sono soddisfazioni S.V.)

 

Gregucci: e’ da un mese sulla panchina granata. Sei gare in cui gioco se n’è visto poco, ancora meno i punti, appena 8. Una media non da playoff. Non ha avuto i rinforzi che sperava, e per giunta ha perso anche Bocalon, ma la collocazione nel ruolo di trequartista di D. Anderson è un pugno in occhio. Ad oggi, comunque, può incidere poco. Voto 5.5