Primo tempo, Salernitana-Ascoli 1-0. Lombardi porta avanti i granata. Pericolo Da Cruz

Salernitana

Minimo storico stagionale di spettatori per la Salernitana chiamata al riscatto contro l’Ascoli dopo due sconfitte consecutive esterne.  Poco meno di seimila spettatori, con oltre trecento spettatori provenienti dalle Marche. Ventura mescola le carte ed inserisce forze fresche in attacco con Gondo, ed in difesa con l’esordio di Billong. Conferma per Lopez come quinto a sinistra con Lombardi spostato sul versante opposto. Ascoli a trazione anteriore con Scamacca e Da Cruz in attacco.

Primi quindici minuti in cui le due squadre provano a studiarsi non disdegnandosi di colpirsi a vicenda. i ritmi sono alti, così come  gli errori nella costruzione del gioco. Salernitana che trova subito una conclusione esterna di Lombardi che trova pronto Leali alla respinta in angolo. Con il passare dei minuti, però, l’Ascoli sembra acquisire una maggiore personalità a centrocampo rendendosi pericolosa con Brlek che non aggancia in area dopo un errore di Lombardi. Ma è lo stesso ex esterno laziale a portare in vantaggio la Salernitana al 24° con un bel filtrante da fuori area su cui Leali è apparso leggermente in ritardo. Pronta la replica degli ospiti con Scamacca che con un tiro a giro dai 20 metri impegna Micai alla difficile respinta in angolo. Ma è ancora Lombardi, il più pericoloso dei granata, ad impensierire Leali dopo una percussione esterna. Buona chance per l’Ascoli con Da Cruz al 43° che si ritrova tutto solo dinanzi a Micai dopo uno splendido assist di Chajia, ma la sua conclusione sfiora soltanto il palo alla destra del portiere granata.

 

 

Reti: Lombardi 24°

Salernitana (3-5-2): Micai; Karo, Billong, Pinto; Lombardi, Akpa Akpro, Di Tacchio, Kiyine, Lopez; Gondo, Jallow. A disposizione: Vannucchi, Russo, Novella, Kalombo, Morrone, Odjer, Maistro, Cerci, Cicerelli, Djuric. Allenatore: Ventura.

Ascoli (4-3-1-2): Leali; Andreoni, Brosco, Gravillon, Padoin; Brlek, Petrucci, Cavion; Chajia; Scamacca, Da Cruz. A disposizione: Lanni, Novi, D’Elia, Ferigra, Laverone, Valentini, Troiano, Ardemagni, Beretta, Gerbo, Rosseti. Allenatore: Zanetti.