Pucino:”A Salerno entusiasmo un po’ spento. Vengo ad Ascoli con ritardo”

Salernitana

Giorno di presentazioni in casa. Questa volta è toccato a Raffaele Pucino prelevato a titolo definitivo dalla Salernitana. Sollecitato dai colleghi in loco, quest’ultimo si è soffermato brevemente anche sulla sua esperienza in granata:” Ho trovato una piazza che ha un entusiasmo pazzesco già dalla gara di Coppa Italia. Vengo da un’esperienza come Salerno che è sì calda ma l’entusiasmo si era un po’ spento. La positività dell’ambiente è un fattore fondamentale per iniziare al meglio la stagione. Giocare a sinistra? Ci ho giocato in passato, a destra ovviamente ho più possibilità di spingere ed arrivare al cross. Sono arrivato ad Ascoli forse troppo tardi, sono due anni che questo club mi cercava. Sono in debito con loro e devo ripagare la loro fiducia. La concorrenza? Per un campionato di alto livello bisogna avere giocatori importanti in tutti i ruoli, bisognerà spingere al massimo in tutti gli allenamenti per conquistarsi il posto. Ho giocato anche centrale in carriera, sia in uno schema difensivo a 4 che a 3. Tifosi granata dispiaciuti per la mia partenza? E’ l’ultima volta che parlo di Salernitana, ho azzerato tutto quando ho firmato qui. Voglio lasciarmi tutto alle spalle, alcuni trattamenti alla mia persona fanno dispiacere. La Società inaspettatamente mi ha messo fuori rosa ma subito ho trovato un altro club altrettanto importante che mi ha fatto subito passare questo malcontento. Ringrazio ancora i massimi dirigenti dell’Ascoli. A Salerno volevano azzerare un po’ tutto, i dirigenti pensavano forse che noi giocatori più rappresentativi e veterani fossimo i colpevoli dell’annata difficile. Capitolo chiuso. Qui ad Ascoli ho trovato un gruppo importante con ottimi giocatori. Con D’Elia ho già giocato a Vicenza”.  Dichiarazioni estrapolate dal sito PicenoTime.it

Armando Iannece