Quando l’allenatore incide in positivo: Colantuono ed i cambi risolutivi in corso d’opera

news Salernitana

Djuric a Crotone contro vento sta diventando il tormentone da parte di chi, derogando dai numeri (oltre 600 panchine) e dai risultati conseguiti (17 punti in 11 partite, secondo miglior rendimento in casa), non perde tempo ad attaccare il tecnico Colantuono, seppur dalla panchina, sia in grado di far fare il salto di qualità alla squadra. Adottare le contromosse giuste in corso d’opera, come una partita a scacchi, anticipando o rispondendo alle mosse dei propri colleghi, incidendo in positivo sul risultato della squadra, è una qualità che hanno pochi allenatori. Per le statistiche di questo campionato e non solo, Colantuono rientra tra i tecnici  in grado di apportare con le sostituzioni, sempre un giovamento alla squadra. Il tecnico di Anzio ha impiegato 23 giocatori ed effettuato 33 sostituzioni in 11 partite. I cambi hanno prodotto da parte dei subentrati 5 delle 13 reti messe a segno dalla Salernitana (goal di Bocalon a Lecce, due assist di Jallow, Assist di Bocalon a Casasola con il Perugia). Tale capacità di sovvertire l’andamento del match, leggere la partita, contribuendone a cambiarne l’inerzia, pone Colantuono tra i migliori tecnici in B insieme a Pillon del Pescara (che con i subentrati ha portato 5 reti) e Bucchi (che pescando dalla panchina, ha beneficiato di 3 goal e due assist). Numeri inequivocabili tali da dimostrare che l’allenatore… incida eccome!!!