Rapa (PescaraSport24.it) a SG: “Pescara diverso tatticamente, ma è una squadra che non trascina. Salernitana? Occhio al collettivo”

news

In vista di Pescara-Salernitana, chiediamo lumi riguardo l’ambiente biancazzurro a Luciano Rapa, direttore editoriale della testata giornalistica PescaraSport24.it.

Ciao Luciano, che Pescara vedremo domenica in campo all’Adriatico-Cornacchia?
Ciao. Beh, di certo vedremo un Pescara diverso da quello dell’andata, a partire dal modulo che non sarà il 4-3-3 ma quello che nel corso delle prime 19 partite, tra i tanti provati, ha fornito più garanzie: il 4-3-1-2 o, se preferito, ad albero di Natale. La piazza pescarese si aspetta un Delfino d’assalto per ritrovare quella vittoria interna che manca da 4 gare.

Cosa è mutato rispetto al girone d’andata nella formazione allenata da Luciano Zauri?
Al momento nulla, nel senso che dal mercato non sono arrivati i rinforzi attesi a partire dal centravanti da doppia cifra che è l’obiettivo primario. Tanti nomi in ballo, ma per ora nulla di concreto.

Domanda delicata: quanto può essere controproducente la situazione che vede Zauri perennemente sulla graticola da un paio di mesi a questa parte?
C’è abbastanza disaffezione verso la squadra, i dati sulle presenze stagionali nelle gare in casa ne- sono la èpiù fulgida testimonianza. Al di là dello zoccolo duro della tifoseria, infatti, questa squadra riesce poco a coinvolgere e la situazione del tecnico – per rispondere alla domanda – di certo non aiuta.

Il caso Memushaj può essere considerato definitivamente rientrato?
Le voci ufficiali dicono che non ci sono problemi, ma sino a fine mercato non si può dare per scontata la permanenza del miglior assistman della B e, più in generale, uno dei top player della categoria.

Cosa si aspetta il Pescara da questo mercato?
Come dicevo in precedenza, innanzitutto un centravanti che faccia compiere il salto di qualità. Poi un paio di puntelli per la panchina, di quelli però pronti e non da aspettare.

Che Salernitana è attesa a Pescara?
Una Salernitana non troppo dissimile, per atteggiamento e schieramento tattico, rispetto a quella vista all’andata. Chiaramente i granata per dare una svolta positiva al prorpio torneo devono iniziare a macinare gioco e punti sin da subito e la gara di Pescara può essere un buon test, anche se le prime partite dopo la sosta sono sempre una grossa incognita per tutti.

Quanto possono pesare le assenze da una parte e dall’altra sulla partita delle due formazioni?
Ovviamente le assenze hanno sempre un peso specifico non indifferente, ma per quanto riguarda il Pescara ormai è abitudine convivere con più defezioni quindi mister Zauri non è troppo preoccupato e sta preparando la gara secondo il suo piano tattico. Credo che più o meno il medesimo discorso valga per un tecnico navigato e importante, come Ventura.

In conclusione, potresti indicare un calciatore potenzialmente decisivo domenica da una parte e dall’altra?
E’ sempre difficile fare pronostici di questo tipo, ma se sul Pescara non dovrei andare troppo lontano dalla verità indicando Galano per la Salernitana non scelgo un solo uomo ma indico nel collettivo e nell’interpretazione della gara i fattori potenzialmente decisivi per le sorti del risultato.

Tagged