Sabbatini (Ag. Djuric) a SG:”Poche chances per Milan di andare in gol. Coppia con Jallow letale ma serve tempo”

Salernitana
Sfortunato protagonista nell’occasione del mancato penalty non concesso dall’incerto Guccini, Milan Djuric si è reso protagonista di una mezz’ora di qualità contro la Cremonese riscattando  così l’ opaca  prestazione offerta contro il Verona. Finora l’ex attaccante del Bristol non è ancora andato  a bersaglio in campionato nonostante impegno, abnegazione e supporto per la squadra non siano mai mancati. Al riguardo, la sosta forzata a causa dell’impegno delle nazionali, consentirà a Colantuono di lavorare maggiormente e con più serenità sulla fase offensiva affinché proprio lo stesso Djuric abbia maggiori opportunità per potersi rendere pericoloso in area avversaria:”Sino a questo momento  Milan ha avuto poche chances per segnare. L’unica evidente che ricordo è stata quella contro l’Ascoli dopodiché non ci sono state altre opportunità di poter tirare in maniera comoda. D’altronde, gli altri attaccanti, come Jallow o Bocalon, sono fermi a quota una rete. Evidentemente, in questo momento, non c’è stata ancora la possibilità di poter sviluppare la propria vena realizzativa“. Così Vittorio Sabbatini, agente di Djuric, in esclusiva a SalernoGranata.it.

Quanto è importante il lavoro di protezione della palla e di sponda di Djuric?

“Milan è un calciatore che ha una prestanza fisica tale da poter fare la differenza su questi aspetti. Ma è in grado di garantire anche maggiore profondità e possibilità di verticalizzazione. Queste sue caratteristiche, se sfruttate al meglio, potranno senz’altro rappresentare un valore aggiunto.”

Dopo un ulteriore periodo di rodaggio, la coppia Djuric – Jallow potrà essere devastante in futuro?

“Giusto parlare di rodaggio. Al riguardo, non dobbiamo dimenticare che questi due giocatori non hanno svolto il ritiro con la Salernitana ma giocano insieme da appena un mese. Ed in questo breve lasso di tempo è inevitabile che  non abbiano ancora una piena conoscenza dei movimenti dell’uno e dell’altro. Djuric e Jallow sono due giocatori con caratteristiche diverse, complementari e potenzialmente molto letali per gli avversari.”

Come sta vivendo Djuric questo momento?

“Il ragazzo sta vivendo molto bene la situazione a Salerno. Ottima società con un’ eccellente organizzazione. Qui si può fare davvero bene. Chiaramente, essendo un attaccante è alla ricerca della rete, sia per ripagare questa splendida tifoseria che per la fiducia che la società ha avuto nei suoi confronti. Milan gioca anche per il gol,  e tutto questo impegno che sta profondendo vorrebbe coronarlo presto con una marcatura. E’ molto concentrato su questo obiettivo”.

Come si trova Djuric a Salerno?

“Molto bene. E’ contento per il clima, decisamente diverso rispetto a quello uggioso dell’Inghilterra. Inoltre, Djuric apprezza tantissimo il calore del pubblico e tutta la situazione di vicinanza che si è creata attorno alla squadra. Salerno è una piazza calda e passionale, ed è felice di ciò.”

In un recente intervento nel corso della trasmissione #Assist, Castiglia ha detto che Djuric potrà aiutarlo ad andare maggiormente a bersaglio

“E’ vero, Djuric ha fatto sempre segnare parecchi compagni di squadra. La capacità di giocare spalle alla porta, in una sorta di post alto, può consentire  ai suoi compagni, siano essi attaccanti ma anche centrocampisti con capacità di inserimento, di potersi rendere molto pericolosi in zona gol.”

A cura di Armando Iannece