Sala stampa, Colantuono: “Contento del passaggio del turno, ma dobbiamo ancora lavorare tanto con umiltà. Mercato? Non ne parlo”

news

Queste le dichiarazioni di Stefano Colantuono al termine di Salernitana-Rezzato.

Sulla partita: “Sono contento per il passaggio del turno, anche se in questi frangenti guardo poco al risultato della partita. Guardo di più a cosa c’è da migliorare. Comunque sono soddisfatto delle reti realizzate dagli attaccanti e sono soddisfatto di aver fatto risultato in una situazione di emergenza in difesa e sugli esterni. Il gol subito? Un errore di valutazione di un singolo, ad agosto ci può stare. Sinceramente, mi fa più riflettere la rete subita con la Reggina che è stata dovuta più a un errore di reparto“.

Sul lavoro da fare e su cosa migliorare: “Dobbiamo lavorare con umiltà. Migliorare soprattutto nella quantità di cross, dato che gran parte delle reti vengono dai cross, nell’attacco alla porta, nel tenere i quinti alti e non sulla linea dei difensori. E poi dobbiamo abituarci a rischiare, anche l’uno contro uno con i difensori. Se vogliamo alzare questa benedetta asticella, serve anche questo“.

Sul mercato: “Dopo un 6-1 mi chiedete di mercato? Ne ha parlato ieri Fabiani, io di mercato non ne parlo, mi sembta irrispettoso. Djuric? Non è un calciatore della Salernitana. Sicuramente è un attaccante che fa salire la squadra ed è di categoria, ma ne parlerò se e solo se diverrà un calciatore granata“.

Sul calcio d’agosto: “Si tratta di un periodo dove i valori si appiattiscono, guardate i risultati che sono maturati dagli altri campi, ad esempio. Io con Udinese e Atalanta ho disputato amichevoli con grandi squadre come Eintracht e Galatasaray ad agosto, ebbene trovo molto più difficile giocare con formazioni di Lega Pro o di Serie D perché sono squadre che corrono di più e non hanno nulla da perdere“.

 

 

Tagged