SALERNITANA: nulla è perduto. Ora sotto con il Trapani per ricominciare senza paura di sbagliare

Salernitana

Diversi sono stati gli stati d’animo ieri all’uscita dall’Arechi, dove i sanniti di mister Inzaghi hanno vinto meritatamente il derby campano contro i granata di mister Ventura. Chi amareggiato, chi deluso o semplicemente chi era entrato consapevole di assistere ad una gara per nulla facile, contro una, se non la squadra più forte del campionato di serie B, e quindi sereno di un futuro cammino diverso da quello precedente. Una formazione, quella sannita, accreditata alla promozione che non ha permesso all’undici di Ventura di fare la sua solita partita. Ha limitato la Salernitana con uno schema di gioco che ne ha frenato le potenzialità visto che la Salernitana gioca molto sfruttando le corsie laterali. Ma non bisogna drammatizzare. In casa granata ci sono ancora diversi giocatori in stand-by, come Billong, Lombardi, Akpa Akpro, Dziczek. Giocatori che pienamente recuperati potranno dare un contributo importante. Il percorso di questo campionato è ancora lungo. Siamo solo agli inizi. Sicuramente non mancheranno i momenti di difficoltà, così come non mancheranno quelli per tornare a vincere. Ora sotto con il Trapani per ricominciare senza paura di sbagliare.
Ludovica Maisto