Salernitana show nella ripresa non basta, il Chievo strappa un pari all’Arechi

Salernitana

Obiettivo primo posto, ma non ditelo a Ventura. La Salernitana si gioca il primato all’Arechi contro il Chievo, giudata dieci mesi or sono dall’ex Ct della nazionale. Arechi per pochi intimi stasera. Il turno infrasettimanale misto- probabilmente-  alla sconfitta interna contro il Benevento hanno spinto diversi supporters granata a rimanere a casa. Tocca, dunque, ai ragazzi di Ventura riportare i 20 mila allo stadio chissà, magari proprio dopo una bella prestazione contro i clivensi.  Salernitana che scende in campo con lo stesso modulo e pure gli stessi undici scesi in campo al Provinciale contro il Trapani. L’unica eccezione è data dall’inserimento di Odjer in luogo di Firenze. Occasione importante per il ghanese che avrà modo di riscattare un inizio di stagione tutt’altro che esaltante. In attacco Djuric affianca nuovamente Giannetti.

Parte subito il Chievo che mette pressione alla Salernitana costringendola a tenere un baricentro basso. Grande chance per Miggiorinni al 10°. il bomber del Chievo approfitta di una uscita a vuoto di Migliorini per presentarsi da solo dinanzi a Micai che è strepitoso a respingere la conclusione di piede in angolo. Clivensi con una manovra avvolgente che intimorisce la Salernitana, incapace di uscire dal guscio. La rete è nell’aria e la realizza Djorjcevic al 30° con una palombella dai venti metri che si posiziona all’incrocio alla destra di Micai. Ma l’ occasione del pari capita appena tre minuti dopo. Fallo in area di Obi su Giannetti  e penalty per la Salernitana. Dal dischetto si presenta Kiyine spiazza Semper e regala l’1-1 ai granata.

Seconda frazione con la Salernitana più arrembante che prova a mettere alle corde il Chievo, sorpreso dalla verve dei granata. Buona chance per Maistro che sfrutta una respinta corta di Semper per calciare ad un soffio dall’incrocio dei pali. Odjer scalda le mani all’estremo difensore ospite, è un forcing dei granata. E’ tutt’altra Salernitana rispetto a quella timorosa ed impacciata del primo tempo. il Chievo fatica ad uscire dalla metà campo, mostrando imbarazzi anche in difesa. Vina come due ingenuità nell’arco di pochi minuti e viene espulso. Marcolini prova a coprirsi mandando in panca Meggiorini ed inserendo  Esposito.  Kiyine fa lo stesso all’81°, e già ammonito si fa espellere per bloccare una ripartenza offensiva ospite dopo un suo errore. La partita pian piano si spegne,  Salernitana e Chievo non si fanno più male portando a casa un pari ciascuno che fa classifica e morale per entrambe. La squadra granata ha mostrato una grande qualità di gioco nella ripresa ma ha peccato nei suoi attaccanti. Un limite, non da poco

 

 

Reti: 30° Djordjevic, 33° Kiyine (r)

Salernitana 3-5-2:  Micai, Jaroszynki, Karo, Migliorini, Di Tacchio, Odjer, Maistro ( Firenze 88°), Cicerelli, Kiyine, Giannetti, Djuric. A disp: Vannucchi, Lopez, Cerci, Firenze, Kalombo, Morrone, Pinto, Dziczek. All: Ventura

Chievo V. 4-3-1-2:Semper, Obi ( Esposito 76°), Cesar, Segre, Pina, Leverbe, Frey, Djordjevic, Meggiorini ( Bertagnoli 76°), Vignato ( Garritano 60°), Dickmann. A disp: Caprile, Nardi, Cotali, Esposito, Pucciarelli,Garritano, Rodriguez, Bertagnoli, Brivio, Rovaglia, Rigione, Colley. All: Marcolini

Arbitro: Volpi di Arezzo, assistenti: Marchi – Saccenti, IV Uomo Camplone.

Note: spettatori  7513

Ammoniti: Kiyine, Cicerelli, Obi, Segre, Odjer, Leverbe, Pina, Jaroszynki

Espulso: Vina (dop. amm.), kiyine.