Salernitana sotto al Menti al 45′: decide il solito Cissè

news Salernitana

Salernitana sotto al Menti di Castellammare di Stabia dopo un avvio shock simile a quello già visto a Pisa. La Juve Stabia, infatti, passa al sesto minuto, manco a dirlo con il solito Karamoko Cissè: il centravanti guineano scappa in profondità alla difesa granata, resiste al rientro di Jaroszynski e fredda Micai con un rasoterra che passa sotto le gambe dell’ex compagno di squadra ai tempi del Bari. Nell’occasione troppo morbida la Salernitana non solo nell’opposizione a Cissè, ma anche sullo scambio Di Gennaro-Calò, con quest’ultimo che ha potuto imbeccare agevolmente il compagno. La Salernitana non riesce a ricomporsi e commette errori in serie in fase di impostazione: al 13′ Karo non controlla un retropassaggio e si fa soffiare il pallone da Bifulco in piena area di rigore; l’ex Carpi grazia Micai con un diagonale che termina a lato. Sfuriata granata al quarto d’ora: un’azione insistita, partita da un cross dalla sinistra di Lopez respinto di pugno dal portiere avversario Russo, porta prima Jallow a centrare il palo con una zampata di destro, poi Di Tacchio a concludere sopra la traversa. Al 19′ ci prova Lombardi, Russo disinnesca in due tempi col brivido. Time-out al 24′, con Troest e Lombardi a terra: nessun problema per quest’ultimo, mentre il difensore danese lascerà il campo di lì a poco. Al 28′ Tonucci tenta la prodezza in rovesciata, ma Micai è attento e alza sopra la traversa. Un minuto dopo un break centrale di Lombardi si infrange su Tonucci, che sullo slancio trancia Di Tacchio con un brutto intervento: per Pezzuto è giallo, ma c’è più di un dubbio. Occasionissima per la Salernitana al 31′, con Giannetti che sfugge alla marcatura di Tonucci e dal centro dell’area conclude a lato di testa. Al 33′ l’ex Di Gennaro guadagna una punizione dal limite dell’area senza servire il liberissimo Canotto. La punizione del numero 10 stabiese innesca un contropiede disinnescato solo dal recupero di Vitiello, che anticipa in extremis un ben posizionato Giannetti. Al 41′ si rivede la Juve Stabia con un insidioso destro di Canotto termina a lato. Al 43′ Giannetti non trova l’impatto col pallone e si fa anticipare dal difensore avversario Allievi dopo una percussione dalla sinistra di Jallow. Al 45′ Kiyine si guadagna e batte una punizione da circa 30 metri che non può impensierire il portiere avversario. Nei due minuti di recupero da segnalare il giallo di Lopez per una trattenuta su Bifulco e un gol annullato a Canotto. La Salernitana dovrà ripartire dalla reazione vista nella seconda metà del primo tempo, ma la fase difensiva andrebbe decisamente registrata.