Serie B, la presentazione della 13/a giornata – Ripartenza col botto

news

La Salernitana sta a guardare, ma dopo la pausa per gli impegni delle Nazionali, la 13/a giornata di Serie B 2018/2019 riparte alla grande. Ore 21, stadio “Marc’Antonio Bentegodi” di Verona, nell’anticipo di questa sera si sfidano Hellas Verona e Palermo. I veneti vogliono dimezzare lo svantaggio di 6 punti dalla capolista del torneo. Il tecnico degli scaligeri Grosso, che si gioca la panchina, deve rinunciare a Colombatto, vittima di una lussazione all’acromion claveare. Quello dei rosanero Stellone deve fare a meno di Rispoli e deve soprattutto isolare la squadra dalle voci che vorrebbero patron Zamparini a un passo dalla cessione della società. Si annuncia un impianto veronese non troppo pieno, considerata l’aperta contestazione della curva veronese nei confronti di patron Setti.

Sabato alle 15 aprono le danze Livorno-Cittadella, Padova-Carpi e Venezia-Brescia, mentre alle 18 si sfidano Benevento e Perugia. Per uno strano scherzo del destino, il tecnico degli Stregoni Bucchi si gioca la panchina contro la squadra che da giocatore lo ha lanciato nel grande calcio proprio venti anni fa. Anche se lo dovrà fare con una rosa numericamente limitata dalle assenze di Del Pinto, Tuia, Antei, Maggio e Nocerino e può solo sorridere per i rientri di Tello e di Improta, oltre che quello di Bukata Dall’altra parte, l’allenatore del Perugia Nesta è decisamente più fortunato, dato che ha tutta la squadra a completa disposizione.

Domenica alle 15 tocca alla seconda in classifica, il Pescara. Gli abruzzesi all'”Adriatico-Cornacchia” ospitano l’Ascoli di Vivarini. Il tecnico del Delfino Pillon saprà solo all’ultimo se potrà contare su Campagnaro e Balzano, mentre un sicuro assente è Capone. In contemporanea, è in programma anche Spezia-Foggia.

Alle 21, il Lecce vuole continuare a stanziare nelle zone nobili della classifica sfidando la Cremonese, mentre la 13/a giornata di Serie B 2018/2019 si conclude lunedì sera alle 20:30 col derby calabrese tra Crotone e Cosenza. Gli Squali di Oddo sono obbligati a vincere per risalire la china. Marchizza, Martella e Nalini dovrebbero essere gli unici indisponibili per il tecnico ex Pescara e Udinese.

Tagged