Si torna a vincere all’Arechi. Decidono Maistro e Jallow, ma che ansia nel finale

Salernitana

I granata riprendono la marcia dopo la sconfitta subita all’Arena Garibaldi. I padroni di casa partono subito bene, niente atteggiamento molle a differenza di quanto visto nella precedente partita, ma a tratti solo tanto agonismo. Spirito guerriero che viene ripagato nel finale con una punizione guadagnata da un ottimo Gondo. Da fuori area si presentano Kiyine e Maistro, con quest’ultimo che inizialmente non doveva neanche partire titolare. È proprio Fabio Maistro che decide di calciarla. Ed ecco che arriva una prodezza del centrocampista che porterà i granata in vantaggio. Ma non è finita qui, perché pochi minuti dopo arriva anche il gol del raddoppio da parte di Lamin Jallow portandosi così a due gol in due partite consecutive. Apparso tra luci e ombre durante la gara, anche con qualche fischio subìto dopo aver sbagliato diverse conclusioni, arriva l’ennesimo tiro da parte del gambiano verso lo specchio della porta, ma che stavolta si inchioda sotto l’incrocio dei pali facendo stropicciare gli occhi ai 5300 presenti all’Arechi.
Ciononostante la squadra di Boscaglia riesce a rendersi pericolosa mettendo non poco ansia ai tifosi tra gli spalti. Ci prova con determinazione nel finale e riapre la gara all’89esimo quando Poli con un colpo di testa manda il pallone in rete su cross dalla bandierina. La Salernitana nei minuti di recupero concede qualcosa di troppo agli ospiti. Infatti, Migliorini e Djuric non capendosi mandano Nizzetto a tu per tu con Micai, sbagliando clamorosamente.
Finalmente al 97esimo arriva il triplice fischio da parte dell’arbitro Dionisi e la Salernitana torna a vincere in casa portandosi al terzo posto insieme a Chievo e Crotone.

Ludovica Maisto