Sontuosa Salernitana fa tris contro il Padova. E la Curva intona “Ci stiamo divertendo”

Salernitana

Grande caldo allo stadio Arechi, più per la temperatura prettamente estiva che per il pubblico presente. Sono oltre ottomila gli spettatori ad assistere a Salernitana-Padova, un match importante soprattutto per le scelte inedite adottate da Colantuono. Il trainer di Anzio conferma il 3-5-2 ma esclude, a sorpresa, Davide Di Gennaro dall’undici base. Spazio a Di Tacchio a centrocampo con il compito principale di fermare le principali fonti di gioco patavine, in particolare la giovane stella Clemenza. Esordio dal primo minuto con la casacca granata per D. Anderson che si posiziona sull’esterno destro, mentre Casasola si posizione a sinistra. Castiglia ed Akprà le mezz’ali di supporto per i due attaccanti Djuric e Bocalon.

La Salernitana parte con il piglio giusto cercando di aggredire il Padova sulle corsie laterali. La prima vera occasione, se così la si vuol può chiamare, è l’infortunio dell’arbitro Di Paolo con contestuale fermo del gioco per oltre cinque minuti. Tuttavia, dopo svariate cure il fischietto di Avezzano non riesce a recuperare e gli subentra il quarto uomo Dionisi. Buona chance per Bocalon al 17°. L’ex bomber dell’Alessandria si imbuca centralmente in area ben servito da Akpa ma il suo tiro viene ribattuto da un difensore a Merelli battuto. Il vantaggio della Salernitana si concretizza al 25° con una rete fantastica di Di Tacchio che al volo , su assist da calcio d’angolo battuto da Gigliotti, scocca un fendente che si insacca alla sinistra dell’estremo difensore ospite. Granata vicini al raddoppio al 34° con una splendida punizione di Gigliotti che sfiora l’incrocio dei pali. Viceversa il Padova da l’impressione di accusare il colpo. La compagine patavina pecca in personalità da parte dei suoi uomini migliori, soprattutto in Clemenza, con il solo Bonazzoli che prova a rendersi pericoloso dalle parti di Micai. L’ultima occasione clamorosa è ancora per la Salernitana. Akpà si invola tutto solo in area ma la sua conclusione è respinta da Merelli.

Seconda frazione che inizia con un Padova più propositivo in avanti e la Salernitana maggiormente rintanata nella propria metà campo per chiudere gli ospiti in favore degli ospiti ed allo stesso tempo vigile in fase di ripartenza. La prima vera chance per la compagine ospite giunge al 60° con una punizione di Clemenza che sfiora il palo alla sinistra di Micai. Padova con più coraggio, mentre la Salernitana fa  fatica a ripartire con la stessa pericolosità del primo tempo. Colantuono se ne accorge ed inserisce Jallow per un propositivo Bocalon. Ed è proprio il neo entrato grande protagonista nell’azione del raddoppio della Salernitana che si concretizza al 67°. L’ex attaccante del Cesena supera un avversario e si invola sul fondo dove pennella un cross radente al bacio dove Casasola deve solo appoggiare e mettere in rete. Neanche il tempo di abbozzare una reazione che la Salernitana centra anche il tris. E’ ancora Jallow in ripartenza a servire l’accorrente Anderson che dinanzi a Merelli sigla la rete del 3-0. Salviato su punzione prova a riaprire il match ma la sua conclusione si stampa sulla traversa. Non è proprio giornata complice anche una Salernitana che ha sempre dato la sensazione di controllare la partita, giocando in modo concreto e sfruttando al massimo i cambi a disposizione con un Jallow che ha fatto letteralmente ammattire la retroguardia ospite. Entusiasta, la Curva Sud Siberiano intona:”Ci stiamo divertendo”. Bene così, in attesa della super sfida di Benevento.

 

 

Stadio Arechi di Salerno

Reti: Di Tacchio 24°, Casasola 67°, D. Anderson 71°

Salernitana: Micai, Anderson D., Djuric, Gigliotti, Di Tacchio ( Di Gennaro 83°) , Casasola, Akpa Akpro, Schiavi, Castiglia, Bocalon ( Jallow 61°), Perticone (Mantovani 70°). In Panchina: Vannucchi, Pucino, Vitale, Mantovani, Odjer, Di Gennaro, Vuletich, Migliorini, Orlando, Anderson A., Jallow, Mazzarani. Allenatore: Colantuono

Padova: Merelli, Contessa ( Zambataro°) , Trevisan, Pulzetti, Capelli, Ravanelli, Cappelletti, Bonazzoli, Capello ( Marcandella 46°), Salviato, Clemenza ( Guidone 75°) . In Panchina: Perisan, Ceccaroni, Minesso, Guidone, Sarno, Zambataro, Broh, Marcandella, Belingheri, Vogliacco, Della Rocca, Mandorlini. Allenatore: Bisoli

Arbitro: Di Paolo di Avezzano

Ammoniti: Schiavi, Di Tacchio, Djuric,

Spettatori: 9763 (di cui 4083 abbonati)

A cura di Armando Iannece