Spezia avanti al 45′ con l’ex Ragusa, ma la Salernitana è ancora in partita

news Salernitana

Salernitana sotto al Picco di La Spezia, complice un pessimo approccio alla gara, cui ha fatto seguito una buona reazione nella seconda metà dei primi 45 minuti. Dopo una breve fase di studio, lo Spezia passa: Bartolomei arriva al limite dell’area, finta il tiro e allarga per Maggiore sulla destra; il cross del prodotto del vivaio spezzino trova Gyasi, che cincischia ed allarga per Mastinu, il cui traversone mancino trova la sponda ancora di Maggiore, che imbecca Ragusa tutto solo per la deviazione acrobatica sottomisura. È il 5′ e lo Spezia è già avanti con il gol dell’ex. La Salernitana è troppo molle e i liguri insistono: al 10′, una ben indirizzata conclusione dai 18 metri di Bartolomei viene respinto col corpo da Billong. Al 13′ è lo stesso centrale francese a cercare l’imbucata alle spalle della linea difensiva avversaria per Lombardi, colto però in posizione di fuorigioco. Al 16′ Micai compie un autentico miracolo su un colpo di testa a botta sicura di Gyasi. Un minuto dopo è ancora Spezia, con un destro dal limite di Maggiore che sibila a pochi centimetri dal palo alla sinistra del numero 12 granata. La Salernitana continua a cercare di costruire dal basso, esponendosi contestualmente ai pericolosi contropiede di uno Spezia privo di prime punte; al 23′ una combinazione tra Djuric e Lombardi al limite dell’area spezzina viene chiusa dalla difesa bianconera; due minuti dopo un sinistro tagliato di Mastinu viene impattato in extremis da una provvidenziale diagonale difensiva di Jaroszynski. Al 28′ Kiyine becca il primo giallo della gara: era diffidato, salterà la prima di ritorno a Pescara. Un minuto dopo è Gondo a trovare la prima occasione per la Salernitana: l’ivoriano contende un pallone a Capradossi sulla linea di fondo e gliela scippa tra le proteste generali senza riuscire però, complice l’angolo di tiro parecchio ridotto, ad eludere l’intervento di Scuffet. Al 32′ una punizione dalla trequarti di Bartolomei trova la chiusura poco ortodossa di Djuric, con Jaroszynski che rifinisce evitando guai peggiori. Un minuto dopo arriva un’altra grande occasione per la Salernitana: una rimessa lunga di Lombardi trova la sponda prima di Gondo e poi di Djuric, che trova l’inserimento di Cicerelli, la cui conclusione in scivolata si spegne di poco a lato alla destra di Scuffet. Al 37′ ancora Cicerelli pericoloso: la sua punizione a giro dai 20 metri scavalca la barriera e termina di pochissimo a lato con il portiere avversario immobile. Due grandi occasioni in 5 minuti che certificano l’effettiva entrata in partita della Salernitana, che costringe i liguri sulla difensiva. Al 45′ uno schema su punizione della Salernitana dalla destra conferma le difficoltà dei granata sugli schemi da palla inattiva di questo pomeriggio. La prima frazione termina senza recupero, ma con la Salernitana ancora in partita.