“Sporca e cattiva” ma la Salernitana supera il Trapani e si porta ad un passo dal secondo posto

Salernitana

Poco meno di ottomila spettatori presenti allo stadio Arechi nel match di chiusura della ventitreesima giornata, Salernitana e Trapani si sfidano in un match dal sapore particolare. Play off per i granata di Salerno, una salvezza, pur passando per i play-out, per i siciliani. Salernitana che ci arriva meglio, dopo un pareggio con sapore di vittoria a Benevento e la certezza di una crescita costante del gruppo. Viceversa, la compagine di Castori ha dalla sua la rabbia per la debacle interna contro il Cittadella, un passivo pesante, zero a tre, difficile da digerire.

Come fatto intendere alla vigilia, mister Ventura concede un turno di riposo a Kiyine, apparso in leggero appannamento nelle ultime giornate, e rilancia Cicerelli dal primo minuto. Tutto confermato in attacco con Gondo ancora una volta preferito a Giannetti come spalla di Djuric.

Parte subito bene la Salernitana con una sgroppata di Lombardi che libera Maistro al tiro, buona la risposta di Carnesecchi. Trapani che non sta a guardare ed al dcimo ha una grande chance per passare in vantaggio con Taougourdeau che si imbuca sulla sinistra, splendida risposta di Micai. Passata la paura, la Salernitana passa subito dopo in vantaggio con un colpo di testa di Djuric ben servito da Cicerelli dalla sinistra. Ma è ancora la compagine ospite a rendersi pericolosissima con una conclusione dalla distanza, ancora una volta di Taougourdeau che prende il palo complice anche la respinta sulla sinistra dell’estremo difensore granata. Replica Maistro dai venti metri, ma la sfera termina di un palmo a lato.

Seconda frazione con il Trapani in forcing che tiene alto il baricentro pressando la Salernitana ed impedendole di ragionare. Ventura si accorge del momento di difficoltà e prova due cambi con Giannetti e Kiyine. Ci prova Lombardi a dare la sveglia ai suoi, ma Carnesecchi respinge il suo destro non senza difficoltà. Ma è ancora il Trapani vicinissimo al pari con un palo centrato dal neo entrato Evacuo a Micai battuto. Ospiti padroni del campo, granata che tentano soltanto di difendersi, per poi partire in ripartenza, ma la benzina sembra agli sgoccioli. Si infortuna anche Lombardi con Ventura che ha già effettuato tutti i cambi. Il venticinque resta in campo ma è vistosamente claudicante, di fatto la Salernitana resta gli ultimi cinque minuti in dieci minuti. Il tempo per Giannetti di sbagliare un gol dinanzi a Carnesecchi che l’arbitro fischia la fine dell’incontro. Vittoria sofferta, forse troppo atteso l’avversario ma tremendamente importante che lancia la Salernitana a soli un punto dal secondo posto.

 

 

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski; Lombardi, Akpa Akpro, Dziczek, Maistro (Kiyine 55°), Cicerelli ( Lopez 71°); Djuric, Gondo (Giannetti 65°). In panchina: Vannucchi, Billong, Curcio, Heurtaux, Karo, Lopez, Capezzi, Kiyine, Di Tacchio, Giannetti, Jallow. Allenatore: Ventura.

TRAPANI (3-5-2): Carnesecchi; Pirrello, Strandberg, Scognamillo; Kupisz, Luperini, Taugourdeau, Coulibaly ( Colpani 75°), Del Prete; Piszczek ( Evaxuo 66°), Pettinari. A disposizione: Kastrati, Stancampiano, Pagliarulo, Fornasier, Grillo, Aloi, Odjer, Colpani, Evacuo, Scaglia, Dalmonte. Allenatore: Castori.

Reti: Djuric  13°

Ammoniti: Coulibaly, Maistro, Dzickez, Lopez, Evacuo

 

Spettatori: 7313 ( quota abbonati compresa)