Tedino: “Non dico che domani vinciamo, ma ho buone sensazioni”

news

L’allenatore del Palermo Bruno Tedino ha rilasciato le proprie impressioni nella classica conferenza stampa della vigilia in merito al match di domani all’Arechi contro la Salernitana. Queste le sue principali dichiarazioni, tratte da TuttoPalermo.net:

Sulla partita: “Ho buone sensazioni ma non dico vincerò domani, dopodomani ma sono sicuro ch questa squadra arriverà fino in fondo perché ci sono qualità importanti. Domani mi aspetto una partita molto difficile, davanti a 20 mila persone. Voglio vedere le cose che abbiamo preparato.Non possiamo fermarci a guardare se siamo in emergenza, sono convinto che chi scenderà in campo farà una partita eccellente e sono contento e fiducioso perché sono soddisfatto di come si allena la squadra. Abbiamo all’orizzonte un grande obiettivo e sono convinto che faremo bene tutti assieme. Soprattutto all’inizio ci saranno tante battaglie, domani troveremo un ambiente caldo e una squadra che ha fatto un gran mercato“.

Sulle scelte tattiche: “Modulo? Se io voglio giocare con x, y e z e mancano x e y la squadra non può andare in difficoltà se no sarei un deficiente. Tante squadre cambiano modulo ogni tre giorni e credo che con questi giocatori si possa fare ciò. I giocatori che sono qui li considero del Palermo, a me interesserebbe se qualcuno arrivasse e scherzasse senza allenarsi, in quel caso li prenderei a calci nel sedere ma non è mai successo. Qualcuno voleva magari andare via ma si sono sempre allenati bene e a me interessa questo. Dobbiamo farci delle iniezioni di autostima per gli obiettivi falliti ma il gruppo è forte. Farò delle scelte in base alle condizioni fisiche e morali ma io non ho mai visto rassegnazione in nessuno, anche in chi magari pensava di andare via. In allenamento avete visto che abbiamo provato sistemi sia con la difesa a 3 che con quella a 4“.

Sulla griglia di partenza del campionato: “Griglia di partenza che non ci vede favoriti? Lo scorso anno ci davano primi e hanno sbagliato. Credo che Verona, Benevento e anche Cremonese hanno un organico importante. Se mi consentite l’ignoranza tipica di chi lavora le campagne io il Palermo lo vedo in una posizione molto buona e ho sensazioni incredibili.”

Sulla società: “La proprietà ha voluto parlare con i giocatori per incitarli ed è stato un discorso breve ma molto preciso e a noi ci ha fatto piacere perchè malgrado gli impegni è venuto a parlarci . Foschi ha fatto un lavoro incredibile che ha uno staff in cui tutti ragionano per il Palermo come poche volte ho visto in passato“.

Su alcuni singoli: “Eventuale cessione di Nestorovski? Le esigenze della Società vengono prima di tutto. Lui è un ottimo giocatore così come gli altri che ho nel ruolo, io non parlo delle cose che decide la Società. In questo momento ce l’ho e lo faccio giocare perchè è forte ma è fortissimo anche Puscas, Trajkovski sta facendo molto bene, anche Embalo, tutti mi danno alternative. Trajkovski e Falletti? Possono, anzi devono, giocare assieme. Sono due giocatori di talento e con gamba, dobbiamo migliorare l’attacco della profondità ma stravedo per loro e il progetto tattico prevede di farli giocare assieme“.

 

Tagged