Un crollo inaspettato per la Salernitana, le pagelle: Superman Micai, suicidio difensivo nel finale

news

Un pareggio inaspettato nel suicidio totale della Salernitana nei minuti di recupero. La formazione granata, in vantaggio di una rete e con la superiorità numerica, si fa riprendere dal Frosinone di Nesta. Enorme spreco in fase offensiva per gli uomini di Ventura e, a pochi secondi dal termine, ci ha pensato Capuano a riequilibrare il risultato. Di seguito le pagelle:

Micai – È il guardiano dell’Arechi. Superlativo il Superman granata. Frazione iniziale da incorniciare per il portiere, autore di due interventi prodigiosi. Prima smorza una conclusione ravvicinata con il piede e salva il risultato. Poi si supera su una punizione magistralmente calciata da Ciano. Nel secondo tempo è chiamato in causa soprattutto nel finale. Attento sulla diagonale di Brighenti ad inizio ripresa, respinge gli attacchi finali con un miracolo nel recupero. È il migliore in campo per i granata. VOTO 7.5

Karo – Prestazioni in crescita per il centrale cipriota. È protagonista nell’occasione che porta al rigore per la Bersagliera. Pulito e preciso nelle chiusure preventive, accorto nelle diagonali difensive. Il classe 1996 è ormai un punto fermo nello scacchiere del mister. VOTO 6

Migliorini – Ancora in affanno, il difensore sembra lontano dalla sua forma migliore. Rischia sulla prima chance dei ciociari con una doppia scivolata a vuoto. Si perde la marcatura su Novakovich nella ripresa e mette in difficoltà il reparto arretrato. Da rivedere anche nel finale sul disastro generale. VOTO 5.5

Jaroszynski – Pressing a tutto campo sugli attaccanti avversari, diligente in fase di non possesso. È furbo ad interrompere potenziali opportunità pericolose degli uomini di Nesta. Si addormenta, insieme ai compagni, a pochi secondi dal termine sul pareggio di Capuano. VOTO 5.5

Cicerelli – Non al meglio fisicamente, l’esterno macina i chilometri sull’out di competenza. Serpentine tra le maglie giallazzurri e tanta quantità durante il ripiegamento. Solita performance di livello sulla destra. Si intestardisce in alcune circostanze con dribbling poco efficaci. Ma oggi è lecito perdonarlo. Si è messo a disposizione nonostante la condizione, ha speso tanto ed è uscito stremato in anticipo dal rettangolo verde VOTO 6 (55’ Firenze – In una posizione inusuale, il centrocampista rispetta le indicazioni del trainer ligure. Si butta in avanti ma non regge all’ultimo affondo dei Canarini. VOTO 6).

Maistro – Festeggia la convocazione in Nazionale con una prestazione sontuosa. Corre, difende ed attacca. Si inserisce da classica mezzala e crea scompiglio nel pacchetto centrale del Frosinone. Potenzialità da vendere per il calciatore veneto. VOTO 6

Di Tacchio – Partita pulita per il Capitano granata. Fa da schermo davanti ai tre baluardi, s’incarica dell’impostazione del gioco. Meticoloso in uscita rispetto alle recenti gare disputate. La sosta può essere rilevante per recuperare le energie e farsi trovare pronto per il prosieguo stagionale. VOTO 6

Kiyine – Terzo gol in stagione, tutti dal dischetto. Mostra freddezza dagli undici metri. Nella posizione di interno perde quel pizzico di fantasia e di genialità. Meglio il primo tempo rispetto al secondo, ma in generale fornisce una prestazione non eccezionale. VOTO 6

Lopez – Seconda gara consecutiva per l’uruguaiano. Si propone spesso in zona offensiva, da rivedere la misura e l’intensità dei cross. Si perde nel crollo totale della squadra. VOTO 6

Giannetti – È totalmente anonimo sul rettangolo verde di via Allende. Per impensierire la difesa ciociara serve altro. Ma l’attaccante, dopo la rete siglata contro il Pescara, sembra aver intrapreso un percorso in salita. E anche oggi è uno dei volti negativi. VOTO 5 (69’ Cerci – Ci si aspettava qualcosa in più, l’ingresso del numero sette non è stato positivo. Serve fiducia e continuità sul terreno di gioco. VOTO 5).

Djuric – Duella con i giganti difensivi del Frosinone, mantiene la sfera sui rilanci, fa salire e respirare i compagni. Il suo compito è andare in gol, ma della prestazione non si può recriminare nulla. Con la sua uscita, la Salernitana si spegne. VOTO 6 (83’ Odjer sv).

Ventura – Salta il secondo successo dei granata all’Arechi in questo campionato. Il mister prepara bene la sfida, ma nella lettura della partita vince l’allievo. VOTO 5

Tagged