Ventura: “Siamo venuti per fare risultato, Akpa e Djuric ci saranno la prossima. Micai? Nessuna punizione”

news

Gian Piero Ventura, tecnico della Salernitana, è intervenuto nella conferenza post-match contro il Pordenone. Di seguito le sue dichiarazioni.

Sulla prestazione e sull’undici di partenza: “Abbiamo dovuto gestire le forze, ci sono ragazzi con acciacchi o che non riescono a giocare dopo 48 ore. Akpa ha recuperato, sarà disponibile con lo Spezia. Così come Djuric, ci sarà sicuramente. Siamo venuti per fare risultato pieno, qualcosa ci ha frenato. Era fondamentale fare risultato, questo pareggio ci dà la possibilità di entrare matematicamente nei playoff con una vittoria. Diamo credito a questa squadra e prepariamo serenamente la prossima. Buona personalità per grandi tratti di gara, venire sul campo della quarta in classifica e dominare è un segnale incoraggiante”.

Su Vannucchi: “Ci sono state soltanto 48 ore dalla partita con l’Empoli, si era perso un po’ di serenità. Non è una punizione, era meglio inserire un giocatore sgombro di testa e permettere a Micai di ritrovare serenità. Micai e Vannucchi hanno capito perfettamente”.

Sul rammarico visti anche i risultati sugli altri campi: “Gli organici fanno la differenza. Abbiamo perso con Empoli e Ascoli, due partite diverse. Con l’Empoli stavamo giocando ma abbiamo preso gol impossibili da prendere. Siamo venuti per fare risultato, dovevamo fare la partita e siamo andati sotto con un rigore di ingenuità. Abbiamo recuperato e condotto la partita, non l’abbiamo chiusa. Questo punto è servito, vincendo venerdì avremo la certezza di partecipare ai playoff”.

Sulle avversarie ai playoff: “Dipende tutto dalla Salernitana, quando dicevo le cose era per questa finalità. La continuità ti dà la convinzione di poter fare bene. Ogni volta che facciamo un passo avanti, questo deve dare maggiore autostima ai calciatori. La crescita di questa squadra è stata esponenziale ma ci sono state delle cadute spaventose”.

Sulle decisioni arbitrali: “Bisogna valutarle a mente fredda, oggi è difficile arbitrare senza VAR. Spezia? Mi auguro di prepararla come quelle contro Cittadella e Crotone. Dobbiamo prendere coscienza e consapevolezza di quelli che siamo. Vogliamo andare ai playoff? Dobbiamo vincere e, qualora succedesse, sarebbe un traguardo meritato”.

Tagged