L’AVVERSARIO: IL VICENZA DI Mister MIMMO DI CARLO

Scritto da Gilberto Scalea  | 

La Salernitana reduce dal pareggio con grinta e cuore di PISA si trova di fronte a pochi giorni il Vicenza di Mimmo Di Carlo. Una storia d’amore con i veneti che era nata ai tempi in cui l’attuale tecnico è stato lo storico capitano biancorosso.  Oggi (alle ore 12) saranno di fronte alla Salernitana.

Memorabili le pagine scritte da quella squadra in cui l’attuale allenatore era l’uomo più rappresentativo, all’epoca guidata da Guidolin, capace di arrivare alla finale di Coppa Italia e di restare in maniera continuativa in massima serie.

Oggi le strade del club e dell’allenatore sono tornate ad essere comuni. 

Di Carlo, arrivato ad allenare anche in Serie A, è sceso in Serie C per portare il suo vecchio amore in Serie B.

La proprietà di Renzo Rosso (patrimonio stimabile in miliardi di euro con il marchio DIESEL) garantisce la possibilità di costruire a lungo termine un progetto che può essere ambizioso.

Quest’anno   i biancorossi hanno scelto di tenere il profilo basso con una tranquilla salvezza come traguardo.  Hanno 25 punti 12 in meno della Salernitana, occupando il 12° posto non in zona tranquilla visto che il Cosenza che si trova attualmente in zona playout ha 22 punti.

I veneti basano le loro fortune sul 4-4-2.   La punta di diamante della squadra è il trentacinquenne Riccardo Meggiorini, sei gol in questa stagione.  In genere fa coppia con Jallow e Samuele Longo che, con il nuovo arrivato Lanzafame forma un attacco di tutto rispetto.

Dalmonte e Guerra sono i due esterni che riforniscono bene le punte ma il primo quasi sicuramente non sarà della partita per un infortunio fastidioso. Completano il reparto nevralgico l’ex Livorno Agazzi, il giocatore ex Cesena Cinelli poi il capitano Giacomelli, l’esperto Rigoni e il belga Vandeputte.

In difesa davanti al portiere Perina (ex Cosenza) o Grandi (i due si alternano ) troviamo l’esperto ex Latina e Venezia Bruscagin che si schiera o come centrale o da esterno in entrambe le fasce, completano il reparto l’ex Benevento Padella , l’argentino Valentini prelevato da poco al mercato di Gennaio e Cappelletti inoltre è da considerare anche l’interessante terzino sinistro Beruatto.

Non saranno dell’incontro l’altro ex di turno oltre a Lamin Jallow (quest'ultimo partirà dalla panchina) il tornante Nalini reduce da infortunio.

Dopo questa delicata partita che si avvicina, mancano poche ore, capiremo se la Salernitana saprà approfittarne dell’ennesima occasione che il campionato e le dirette concorrenti gli stanno concedendo

vedi il risultato a sorpresa di ieri sera dove in quel di Monza la squadra del Direttore Galliani , guidata da Mister Brocchi è inciampata in casa perdendo 0-2 (doppietta dell’ex salernitana Palombi ) con un volitivo e coriaceo PISA che era stato fermato proprio dai granata di Castori martedì scorso.