Salernitana - Genoa : i precedenti

Scritto da Gilberto Scalea  | 

Il bilancio delle partite tra Salernitana e Genoa giocate a Salerno è favorevole ai granata. Su un totale di 15 precedenti (1 in A, 12 in B e 2 in C) si sono registrate infatti 8 vittorie dei campani, 3 pareggi e 4 vittorie dei liguri (di cui una a tavolino) con 21 reti granata e 12 (di cui 2 a tavolino) rossoblù.

Come detto, dunque, a livello di serie A nel passato si è disputato un solo incontro: quello del 9 novembre 1947 (gara valevole come anticipo della 15a giornata) giocato allo stadio Vestuti. Vittoria netta dei granata per 4-1 con reti di Secondo Rossi al 17′, Vincenzo Margiotta al 20′ e al 90′, Onorato al 56′, per il Genoa gol del momentaneo 3-1 di Renato Brighenti (fratello maggiore di più celebre Sergio) al 75′. A fine stagione il Grifone allenato dal mitico Garbutt ottenne comunque la permanenza classificandosi al 12° posto a quota 37 punti (in 42 partite), la Salernitana invece retrocesse in B con 34 punti (18° posto).

Il primo match disputato in B risale anche con la prima vittoria del Genoa. Il 7 ottobre 1951 si gioca la 5a giornata: finisce 2-0 a tavolino a causa dell’invasione di campo dei tifosi di casa dopo che il Genoa con Pravisano si era portato in vantaggio al 77′ su rigore

Dopo tre vittorie consecutive della Salernitana (nel 1952 per 1-0, nel 1967 sempre per 1-0, e nel 1995 per 3-1 la prima giocata tra le due squadre allo stadio Arechi), il 29 marzo 1997 si registra il primo pareggio: 1-1 con vantaggio locale di Tudisco all’8′ e pareggio del belga Goossens al 52′.

Dopo altre due vittorie della Salernitana (2-1 nel 1997 e 1-0 nel 2000), si registrano due vittorie del Genoa per 1-0: con gol vincente di Francioso al 12′ il 26 febbraio 2001 e con rete di Carparelli all’11’ il 30 marzo 2002.

Detto del pareggio per 2-2 del 9 marzo 2003 (il Genoa però stava vincendo per 2-0 grazie alle reti di Mihalcea e Di Francesco), altra vittoria ancora per 1-0 il 23 novembre 2003 con gol di Marco Rossi al 37′ nella prima stagione dell’era Preziosi con De Canio in panchina.

Pesante debacle invece nella stagione successiva, il 6 febbraio 2005 contro il Grifone capolista di Serse Cosmi: un pesante 4-0 firmato da Rubino al 20′, il futuro genoano Palladino al 36′, Polenghi all’80’ e Bombardini al 93′.

E arriviamo agli ultimi due confronti disputati nella travagliata stagione di serie C 2005/06. Le due squadre sono inserite nel girone A e si affrontano l’8 ottobre 2005 a Salerno. Finisce 0-0 col Genoa di Vavassori che lentamente risale dal -3 iniziale e che alla fine si classificherà al secondo posto con 56 punti qualificandosi per le semifinali playoff dove incontrerà proprio la Salernitana (sesta a 52).

Il 28 maggio l’Arechi è un inferno e il Genoa patisce l’ambiente: Ferraro al 24′ e al 52′ porta i granata sul 2-0. Il Genoa al 90′ ha un sussulto e Marco Rossi nell’ultima proiezione offensiva viene tirato giù in area. Rigore contestato dai salernitani ma trasformato da Stellini (nella foto) che rimette in discussione la qualificazione alla gara di ritorno. Il Genoa vincerà al Ferraris con identico punteggio (ancora in rete Stellini e Dante Lopez) e, in virtù della migliore posizione in classifica, si qualificherà per la doppia finale col Monza che sancirà il ritorno in serie B dopo una sola stagione nell’inferno della terza serie.