Sabatini: "E' una cavalcata straordinaria, ma deve essere coronata dal successo finale"

Scritto da Alessio Esposito  | 

Al termine della premiazione per il ritiro del "Premio Maestrelli", svoltasi a Frosinone, il Ds granata Walter Sabatini ha rilasciato una breve intervista al sito Calciomercato.it. Queste le sue parole: "In questi giorni sto vivendo nel terrore, senza troppi giri di parole, perchè non sono abituato all'idea di retrocedere. Sarebbe un evento nefasto della mia vita, come per tutti, ma io lo vivrei veramente male. Il mio futuro a Salerno dipende dal mio stato d'animo, e non so quale sarà dopo la partita. Il 7% rimane tale, è una cavalcata straordinaria, ma se non ci salveremo la gente non si ricorderà nemmeno di quello che è successo, perchè le cose devono essere coronate dal successo finale, sennò perdono valore. Perotti? Si è disperato, come nessun calciatore ho mai visto. Per i compagni prima di tutto, per l'ambiente, per i tifosi, è stato un dolore grande per lui. Spero che la vita gli restituisca subito qualcosa perchè è una persona speciale oltre che un campione. Io sono sempre stato criticato, ma non ho mai avuto paura delle mie scelte".