Serie A, Salernitana-Hellas Verona 1-2: doppio Kalinic per gli scaligeri, ma Gondo accorcia le distanze allo scadere

Scritto da Ettore Aulisio  | 

Partita di notevole importanza per entrambe le compagini e, dunque, nel turno infrasettimanele in programma in Serie A si sfideranno, allo Stadio Arechi di Salerno, la Salernitana e l'Hellas Verona. I granata, sono reduci da quattro sconfitte su quattro, mentre gli scaligeri hanno conquistato la prima vittoria nell'ultima giornata ai danni della Roma. Per Fabrizio Castori stesso undici titolare visto contro l'Atalanta, fatta eccezione per un solo elemento, ovvero Simy e non Djuric. Gondo e Ribery affiancheranno il nigeriano in attacco. Tudor, invece, manda in campo Barak alle spalle di Caprari e Kalinic. 

Avvio grintoso della formazione granata. I ragazzi di Fabrizio Castori provano subito a sfondare in area scaligera. Grande atmosfera all'Arechi, la spinta del pubblico granata può essere fondamentale per regalare quello sprint decisivo alla propria squadra.

MINUTO 4. Anche il Verona si affaccia dalle parti di Belec. Lazovic prova a mettere un pallone teso e pericoloso all'interno dell'area granata, sfera allontanata in corner.

MINUTO 6. Vantaggio dell'Hellas! Gli scaligeri si portano in avanti grazie all'appoggio in rete di Kalinic, il quale è stato servito al centro dell'area da Gianluca Caprari. Per l'ex Fiorentina è un gioco da ragazzi trovare la strada del gol. Si mette subito in salita la gara della Salernitana.

MINUTO 9. Viaggia sulle ali dell'entusiasmo il Verona. Combinazione tra Caprari, Kalinic e Barak, quest'ultimo sterza sul destro e prova a concludere in porta. Decisiva è la deviazione di Kechrida.

MINUTO 10. Occasione per la Salernitana! Ribery scodella un pallone interessante per Simy posizionato sul secondo palo, ma il nigeriano non trova la porta. Ottima risposta dei granata. Il Verona continua a mantenere il vantaggio.

MINUTO 12. Secondo squillo in avanti della Salernitana. Ranieri prova a raggiungere Simy in area di rigore. Il nigeriano non trova la porta.

MINUTO 13. Reclama il penalty la Salernitana per un presunto fallo di mano di Gunter sugli sviluppi di un destro di Simy. Irrati non concede la massima punizione ai campani, il gioco continua. Gara ora che viaggia a ritmi elevati, con la Salernitana chiamata a reagire dopo il prematuro svantaggio.

MINUTO 19. Occasione per la Salernitana! Attraverso una buona costruzione di gioco, Ribery serve dal vertice basso sinistro la palla sulla corsa di Gagliolo che calcia in curva.

MINUTO 22. Gondo lavora di fisico e sfugge sulla fascia. L'ivoriano prova a servire Ribery inseritosi in area, rinvia in angolo la difesa del Verona.

La Salernitana sta provando in tutti modi di fare male alla difesa scaligera, soprattutto attraverso gli appoggi sugli attaccanti che contribuiscono in maniera notevole alla costruzione dell'azione campana. Il Verona nonostante la pressione granata tiene molto bene e difende il risultato. I veneti dimostrano di poter essere pericolosi, tuttavia, grazie alla tecnica del reparto offensivo, il quale può creare numerosi grattacapi in ripartenza.

MINUTO 29. Raddoppio dell'Hellas Verona! Avevamo sottolineato come gli scaligeri potessero essere pericolisi in ripartenza. Questa volta tutto facile per la formazione di Tudor, Ilic serve Kalinic tutto solo a tu per tu con Belec. Pallonetto dell'ex Fiorentina che timbra la doppietta personale.

Si fa difficile ora la gara per la Salernitana. La squadra sembra aver accusato il colpo, almeno momentaneamente, e la sfera resta in possesso del Verona. 

MINUTO 36. Ammonito Kalinic.

MINUTO 38. Si riaffaccia timidamente la Salernitana in attacco. Bel traversone di Lassana Coulibaly che, dalla trequarti, cerca la testa di Simy. Allontana in corner il Verona con Faraoni.

MINUTO 40. Ammonito Magnani.

Irrati assegna un minuto di recupero.

MINUTO 46. Accorcia le distanze la Salernitana! Sugli sviluppi di un calcio di punizione, battuto da Ribery, la sfera termina sui piedi di Gondo che supera Montipò. 1-2 all'Arechi!

Finisce il primo tempo, quarantacinque minuti di pure intensità a Salerno. iatadio