L’AVVERSARIO: Il VENEZIA di Mister Paolo ZANETTI

Scritto da Gilberto Scalea  | 

La Serie B ritorna in campo per la 34a giornata di campionato, la quattordicesima del girone di ritorno. La SALERNITANA si troverà di fronte in uno scontro al vertice, in programma alle ore 14:00 il VENEZIA di Paolo ZANETTI. Nel girone d’andata ci fu la vittoria in trasferta al Penzo per i granata che disputarono una delle migliori gare lontano dall'Arechi. Sarà una bella sfida tra due squadre che attraversano un ottimo momento di forma ovvero la Salernitana reduce da due vittorie consecutive l'ultima in trasferta sul campo dell'Entella e il Venezia vincente in casa contro il sempre ostico Cosenza in lotta per la salvezza.

Il Venezia non perde in trasferta dal lontano Gennaio sconfitta con il Pordenone poi è riuscita sempre a portare almeno 1 punto a casa e poi la famosa trasferta vinta per 1-4 a Monza.

Grazie a questi risultati la squadra allenata da Paolo Zanetti si è posizionata al 4° posto in classifica a -4 dalla Salernitana e scavalcando il Monza di Berlusconi/Galliani.

I veneti hanno sete di rivincita per la sconfitta all’andata oltre al fatto che sono in rincorsa verso posti sempre migliori in classifica.

Anche la Salernitana attraversa un buon momento di forma. Per la Salernitana è partita fondamentale che potrebbe sancire e consolidare il 3° posto in classifica e casomai se il Lecce facesse qualche mezzo passo falso a Vicenza posizionarsi in zona promozione diretta.

Il Venezia di Zanetti, che è al suo primo anno ai Veneti dopo l'esperienza di Ascoli anche in questo suo secondo anno di B, sta confermando la sua bravura, ed il Venezia è una squadra da temere visto il ruolino di marcia che nell'ultimo periodo sta avendo con il modulo che il tecnico Veneto ( Valdagno ) ha configurato ed impartito ai suoi ragazzi ovvero il rombo ( 4-3-1-2 ).

Quest’anno i lagunari sicuramente puntano almeno ad piazzamento Play-off come traguardo minimo.  Hanno attualmente 53 punti 4 in meno della Salernitana, occupando il 4° posto in zona Play-off con un punto in più del Monza a 52.

Andando poi ad analizzare le ultime gare dei Veneti, la squadra cara al direttore sportivo MATTIA COLLAUTO si schiera solitamente quasi sempre con il 4-3-1-2.   Il giocatore con più tecnica in categoria della squadra è sicuramente il fantasista Mattia Aramu da tenere molto a bada mentre l'attaccante Francesco Forte non si potrà lasciare assolutamente libero, 12 gol in questa stagione.  In attacco il suo partner nello schema di Zanetti è l'altro ex Juve Stabia Francesco Di Mariano.

Completano il reparto d'attacco altri giocatori interessantissimi a partire dal bomber partenopeo ex Spal Sebastiano Esposito e l'ex R.Bocalon.

La squadra Arancio nero verde si completa in avanti con il Norvegese Karlsson e l'ala sinistra scozzese St Clair.

Nella zona nevralgica i veneti possono schierare Fiordilino, Crnigoj e l'italo-marocchino di proprietà della Fiorentina Youssef Maleh. A completare il reparto il centrale francese Anthony Taugourdeau ( ex trapani che Castori conosce bene ) e Jacopo Dezi sempre vicino alla salernitana e l'ex Benevento Antonio Vacca ( infortunato).

Passiamo per finire al reparto difensivo formato dai portieri Luca Lezzerini ex Avellino ( infortunato ai legamenti ) al suo posto si alternano il portiere prelevato al mercato di riparazione il Finlandese Niki Maenpaa e l'esperto ex Sassuolo Alberto Pomini.

Davanti ai portieri descritti sopra si alternano i centrali Pietro Ceccarini ex Spezia in gol nelle ultime partite alla pari dei nostri Bogdan e Veseli e il capitano Marco Modolo, completano i difensori centrali l'austriaco Svoboda e Michele Cremonesi.

Il Venezia sulle fasce laterali può schierare a destra Pasquale Mazzocchi ex Perugia e a sinistra l'ex Parma Giacomo Ricci mentre a completare il reparto le due ali sinistre norvegesi Dennis Johnsen e Bjarkason e l'altro ex che ha lasciato bei ricordi a Salerno ovvero il terzino sinistro Cristian Molinaro di Vallo della Lucania.