"Mezzogiorno di fuoco" a Salerno: Piatek approda in maglia granata

Scritto da Antonio Scafuri  | 

Potrebbe essere la trama di uno spaghetti-western di Sergio Leone, in cui due cowboys, due pistoleri, sono pronti a duellare tra loro in mezzo le sabbie del Far West. Ma stavolta mai tale film può essere più reale; perchè all'ombra del castello Arechi sono approdati due veri pistoleri, pronti non a duellare tra loro ma mettere le porte degli avversari nel mirino delle loro pistole. Se le smitragliate di Bonazzoli ormai non sono più una sopresa per i tifosi granata, questa mattina si è aggiunto un nuovo attore protagonista per lo spaghetti-western diretto da Danilo Iervolino, Morgan De Sanctis e Davide Nicola: si tratta di Krzysztof Piatek. La Salernitana ha finalmente rotto gli indugi e dopo aver messo sul taccuino anche Balshuayi e Dovbyk, è tornata su uno dei suoi primi obiettivi di questa sessione di mercato. Infatti, già Luglio, la società aveva raggiunto un'intesa di massima con l'Hertha Berlino e con lo stesso attaccante; poi però non se ne fece più nulla. Piatek arriverebbe in prestito dall'Hertha Berlino con diritto di riscatto che la Salernitana potrebbe esercitare a determinate condizioni. Visto l'elevato ingaggio del polacco, circa 3,5 milioni di euro, esso verrebbe in parte coperto dal club tedesco.

Quella con la Salernitana sarebbe la quarta esperienza nel campionato italiano per il "pistolero" dopo quelle con Genoa, Milan e Fiorentina dove ha giocato nella seconda parte della scorsa stagione. Quello di Piatek è l'ennesimo colpo di un mercato in cui la società ha saputo investire milioni di euro con intelligenza e strategie di patrimonializzazione, con lo scopo di costruire una squadra competitiva e con l'obiettivo di affrontare il campionato con molte soddisfazioni ed un traguardo salvezza da tagliare al più presto durante il torneo. 

(Ringraziamo SoloPerSalerno per la foto)