Salernitana premita a Palazzo di città. Presenti anche Lotito e Mezzaroma

Scritto da Matteo Oliviero  | 

La cerimonia di premiazione della Salernitana a Palazzo di città si è conclusa da poco, oltre alla squadra, allenatore e l'intero staff, erano presenti anche i due copatron Lotito e Mezzaroma.
Il primo a prendere la parola è stato proprio Marco Mezzaroma: “È un piacere ricevere questo invito. Ritorno dopo esattamente dieci anni in questo salone dove iniziò tutto. Ho provato grande gioia, ma provo anche malinconia. È stato un viaggio lungo, con tante esperienze positive e negative che ci hanno arricchito. Voglio ringraziare mister e calciatori, hanno compiuto un’impresa. Ringrazio anche lo staff e tutti quelli che in società hanno lavorato, sofferto e gioito. Un grazie particolare al direttore Fabiani che è un membro importante di questa grande famiglia. Grazie anche all’assessore Caramanno che ha coniugato bene il suo essere tifoso e il suo far parte delle istituzioni. Vedremo ora cosa succederà, sono convinto che il futuro della Salernitana sarà radioso”.
Anche Claudio Lotito ha ricordato l'entusiasmo con cui sono stati accolti in città: “Anche io entrando in questa sala ho ricordato il grande entusiasmo con cui siamo stati accolti dieci anni fa. Il sindaco di allora ci diede un compito arduo, prendemmo l’impegno di riportare la Salernitana nel calcio che conta. Lo abbiamo realizzato, con soddisfazione ed orgoglio. C’è stato un grande lavoro di staff, calciatori e società, si è creato un clima familiare. C’era voglia di raggiungere a tutti i costi l’obiettivo. Ora c’è un problema normativo e va trovata una soluzione, sia legale che sportiva. Noi faremo di tutto affinché la Salernitana continui il suo percorso di solidità ed organizzazione, è nostro compito non disperdere quanto di buono abbiamo fatto. La Serie A sarà importante sia sul piano sportivo, ma anche su quello cittadino. Abbiamo soddisfatto la passione di calcio di questa città. L’entusiasmo di questa città ci ha sempre fatto piacere. La Salernitana è una seconda pelle. Ho ricevuto tanti ringraziamenti da tutto il mondo per questa promozione. Servirà sempre sinergia per raggiungere altri traguardi. Ora troveremo la migliore soluzione per la Salernitana”.
Il direttore generale Fabiani ha in primis ringraziato Lotito e Mezzaroma: “Ringrazio in primis Mezzaroma e Lotito, per averci supportato e difeso nei momenti difficili. Non mi dimentico la sfinge di Claudio a Venezia, ci sono stati momenti bui, nonostante fossero state allestite ottime squadre. Nel calcio non c’è nulla di scontato, se oggi abbiamo raggiunto questo traguardo grande merito va agli azionisti di maggioranza. Il merito va anche dato a tutti i calciatori di questi anni, abbiamo dato continuità nella categoria, ma sapevamo che prima o poi avremmo fatto il grande salto. Un grazie va ai ragazzi, che spesso bacchetto, al mister che è stato un grande condottiero. Ancora una volta Lotito e Mezzaroma ci hanno visto lungo. Un grazie a Gabriella Borgia, al segretario, a Sasà Avallone, all’addetto stampa. Grazie a tutti è stato un anno fantastico, emozioni che da tempo non provavo”.