Quarta vittoria consecutiva per la Longobarda

3-2 sofferto all'Etruria

LONGOBARDA SALERNO 3 - POLISPORTIVA ETRURIA 2

 LONGOBARDA SALERNO (4-3-1-2): Tortorella; Passaro(23° Santucci), Gasparotti, Pecoraro, De Simone(67° D'Amico); Memoli, Murante, D'Emma(55° Gregori); Sorrentino; Del Regno(87° Arriu D.), Fortunato(73° Malangone). A disposizione: Minella, Centanni, Lupo, Arriu G. Allenatore: Apicella. POLISPORTIVA ETRURIA (4-4-2): Sica; Andriuolo(87° Livornese), Pellegrino, Arcangeli, Cientanni; De Sio(64° Prisco), Contaldo(87° Fortunato), Russomando, Lamberti(81° Abdul); Di Donna(46° Gioia), Mazza. A disposizione: Grimaldi, Di Muro, Cirillo. Allenatore: Sica.

Arbitro: De Roberto di Nocera.

Reti: 2° Di Donna, 17° Mazza (PE); 31° Del Regno, 43° Fortunato, 81° Memoli rig. (LS).

Note: 50 spettatori circa.

Ammoniti: Gasparotti e Del Regno (LS), Contaldo, Andriuolo, Arcangeli e Russomando (PE). Espulso: Cientanni (PE).

Angoli: 13 a 4 per la Longobarda Salerno.

Quarta vittoria consecutiva per i ragazzi di mister Apicella che si riportano a ridosso dei playoff dopo un avvio di stagione altalenante. Partita ostica e più complicata del previsto grazie ad un Etruria combattiva e mai doma. Gli ospiti vanno subito in vantaggio dopo due minuti con un tiro dalla distanza che si insacca alla destra di Tortorella. Il match cambia con l'espulsione di Cientanni per fallo da ultimo uomo su Del Regno lanciato a rete. L' Etruria non si arrende e va sul doppio vantaggio grazie ad una buona manovra sulla sinistra ed incornata di Mazza. I biancorossi si svegliano ed alzano il baricentro e Sica inizia la sua giornata prodigiosa con interventi su interventi. Il più pericoloso è Fortunato che prima sfiora il palo e dopo colpisce la traversa. La prima rete di casa arriva grazie ad una verticalizzazione di De Simone per Del Regno che con un pallonetto supera il portiere in uscita disperata. Quasi allo scadere della prima frazione di gioco da un angolo di Memoli arriva il pareggio grazie ad una spizzicata di Fortunato. Il secondo tempo è un assedio con Gregori, Del Regno, Arriu D. e Sorrentino che sfiorano il vantaggio; l' Etruria non rinuncia a ripartire creando dei grattacapi a Gasparotti e C. Finalmente il 3 a 2 si materializza su penalty conquistato dal neoentrato D'Amico che a pochi metri dalla porta con il suo destro trova il fallo di mano di un difensore ospite. È Memoli ad andare sul dischetto ed a realizzare freddamente il sorpasso definitivo. Finale di gara convulso con gli ospiti all'arrembaggio ed i padroni di casa che sprecano occasioni su occasioni.