Salernitana, che succede?

Scritto da Pasquale Iuzzolino  | 

Dopo la sconfitta pesante in quel di Torino, è tempo già di riflessioni e valutazioni in casa granata. Se nel debutto a Bologna s'era intravisto qualcosa, con la Roma e ieri a Torino la squadra è stata assente per quasi tutta la partita: è chiaro che non basta un fuoriclasse come Ribery a risollevare questa squadra apparsa deficitaria in troppi reparti, specie centrocampo, dove manca chi faccia arrivare il pallone agli attaccanti. Simy è costretto ad arretrar fino a centrocampo, Bonazzoli corre a vuoto, e come se non bastasse ci sono anche le indecisioni del portiere e della retroguardia difensiva; questa serie di cose purtroppo poi sfocia in una prestazione generale molto negativa. Alle porte c'è il match con l'Atalanta sabato alle ore 20.45 : è sicuramente un match difficile,ma la squadra ha il dovere di provarci e di sudare la maglia.

Indipendentemente dall'avversario, va cambiato l'atteggiamento durante i 90 minuti.