Nicola in conferenza stampa: " E' una partita da non sbagliare, nell'atteggiamento e nelle capacità"

Scritto da Pasquale Iuzzolino  | 

Intervenuto nel corso della conferenza stampa pre Hellas Verona, l'allenatore granata Davide Nicola ha toccato varie tematiche

“Daniliuc ci sarà, assolutamente, Fazio non lo so, è da valutare”. E' una partita da non sbagliare, nell'atteggiamento, capacità e competività. Quando si perde come a Reggio Emilia, è giusto richiamarci sia individualmente che a livello di gruppo. Dobbiamo restare uniti, in modo tale da esprimerci al meglio."

“In questa settimana abbiamo dialogato meno, anche perchè quando le cose vanno male non vado a distruggere quanto fatto di buono precedentemente”. Ho apprezzato la visita dei tifosi venuti giorni fa, ci ha stimolato per fare bene già da domani con l'Hellas Verona".

“Dovremo essere umili e compatti per rendere felici i nostri tifosi, con equilibrio”

“Bonazzoli lo conosco da tanto e lo vedo estremamente bene, deve completare una maturazione calcistica e anche da persona. Ho giocatori interessanti, c'è chi subentra e chi gioca con maggior continuità".

“Vogliamo rimetterci in gioco, d'altronde la bellezza del calcio è proprio quella di aver dopo pochi giorni un'altra opportunità per rimediare”.

“Sono sempre in discussione, sono 30 anni che sono nel mondo del calcio, di cui 12 da allenatore. Sono sempre utili confronti e briefing volti alla costruzione ed alla capacità d'allineamento. Sto benissimo a Salerno, tuttavia l'importante è dare sempre il massimo”.

“Ribery è un campione, un uomo che ha la capacità e potenzialità di fare qualunque cosa, è un onore averlo conosciuto per me. So che potrebbe lasciare il calcio da calciatore, gli ho chiesto di intraprendere un nuovo percorso, al di là delle vesti da calciatore, con cui ha fatto innamorare tante persone: ha esperienza da vendere".

“Ogni partita è diversa dall'altra, è una squadra, la Salernitana, fondamentalmente nuova. Ha bisogno di sentirsi squadra, col Sassuolo per 8\11 eravamo nuovi. A noi interessa capire su cosa si può migliorare, altro non ci interessa. A centrocampo probabilmente potreste vedere dei cambiamenti, con un riposo dei 3 stakanovisti Maggiore, Lassana Coulibaly e Vilhena".

“Bohinen ha avuto un affaticamento, vedremo, Fazio ha avuto dei fastidi. Da valutare per Milano settimana prossima”. 

“Mi piace avere premi, non ne sono uno schiavo ma chiaramente sono onorato nel riceverlo, perchè sintetizza un intero percorso. A me, attualmente, interessa la partita di domani che potrebbe essere anche un altro premio".