Caso Monza; cosa dice la normativa anti-Covid

Come tutti ormai sappiamo, nella giornata di ieri 8 calciatori del #MonzaCalcio si sono recati in Svizzera e precisamente a Lugano per andare a giocare al locale Casinò.

Gli stessi calciatori però dovranno, a norma di legge, osservare i seguenti comportamenti così come recita la norma emanata dal Ministero della Salute in merito a chi si reca all'estero senza validi motivi di salute, lavoro o necessità. Ecco cosa dice la norma nello specifico:

"Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui all’Elenco C dell’Allegato 20 (che comprende anche la Svizzera), la normativa prevede che al rientro in Italia sia obbligatorio:

1) sottoporsi a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia e il cui risultato sia negativo compilare un’autodichiarazione

2) sottoporsi a prescindere dall’esito del tampone molecolare o antigenico di cui sopra, alla sorveglianza sanitaria e ad isolamento fiduciario per un periodo di 5 giorni .

3) sottoporsi al termine dell’isolamento di 5 giorni ad un ulteriore tampone molecolare o antigenico".

Riassumendo, gli 8 giocatori del Monza per LEGGE dovrebbero stare in isolamento per 5 giorni cioè fino a sabato (quindi senza potersi allenare con i compagni in campo) e poi ripetere il tampone.