Salernitana, un declino iniziato a settembre

Scritto da Pasquale Iuzzolino  | 

La Salernitana perde ancora, stavolta in maniera grossolana in quel di Bergamo per 8-2. Pare che si tratti di ore prima che Davide Nicola venga sollevato dal suo incarico, mentre per il DS della Salernitana De Sanctis il futuro sarebbe incerto. Una cosa è sicura, entrambi hanno delle responsabilità su quanto stia accadendo alla Salernitana, tra un mercato evidentemente sopravvalutato, e calciatori in campo messi in posizioni non di loro competenza. Siamo al 16 gennaio ed ancora dobbiamo comprendere il ruolo e la collocazione nel gruppo squadra dei vari Sambia, Kastanos, Pirola e Lovato. Quest'ultimo rientra nell'affare con l'Atalanta e con Ederson, ieri in gol per i nerazzurri. Dobbiamo capire perché Botheim che all'inizio giocava ora non giochi più, perché Bonazzoli è vistosamente nervoso, perché Vilhena talvolta ha giocato in ruolo di non sua competenza: insomma cose da capire ce ne sarebbero tante. Dopo la trasferta di Torino con la Juventus i granata non hanno quasi mai giocato a calcio, se non a sprazzi. Due umiliazioni, Reggio Emilia e Bergamo, troppi gol subiti e pochi realizzati.